Pedinati dai carabinieri per 8 ore, ladri muratori arrestati mentre facevano colazione

Restano in carcere i tre autori del maxi furto di profumi in fuga su un'Audi e inseguiti dai militari di Numana

Furto al Famila

Muratori di professione, ladri nel tempo libero e comunque meritevoli di stare in carcere in attesa del processo fissato per il 19 luglio. E’ quanto ha stabilito il giudice, accogliendo le richieste del gip, nell’udienza di convalida degli arresti dei tre malviventi (un 39enne moldavo e due romeni di 38 e 32 anni) assistiti dagli avvocati Cristina Bolognini dello studio legale Martini-Bolognini e Daniele Cinti e catturati dai carabinieri di Numana, sotto il coordinamento del comandante Alfredo Russo, nella notte tra mercoledì e giovedì. Il giudice, infatti, ha ritenuto concreto il rischio di fuga (i tre non hanno una residenza stabile, vivono tra Ancona e Roma) e il pericolo di reiterazione del reato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dovranno rispondere del maxi furto di profumi per circa 50mila euro avvenuto all’interno del Famila, a Marina di Montemarciano, ma anche dei danneggiamenti provocati alla struttura e alla parrucchieria Jadis in cui sono piombati calandosi dal tetto con delle corde, dopo aver praticato un foro e distrutto le intercapedini. Per entrare nella profumeria hanno sfondato un muro divisorio con un’ascia, abbandonata sul posto insieme a una scala. Hanno raccolto la merce in tre grossi sacchi e se ne sono andati. Non immaginavano, però, che ad aspettarli ci fossero i carabinieri che non li hanno persi di vista per un attimo, sin da quando sono usciti dall’Hotel Gino dove alloggiavano, di fronte alla stazione di Ancona, attorno alle 21,30 di mercoledì e a bordo di un’Audi A6 con targa romena hanno imboccato la Flaminia in direzione nord. Dopo il furto li hanno seguiti fino al capoluogo, dove i ladri hanno fatto rientro attorno alle 4. Hanno depositato la refurtiva in un appartamento alle Grazie, di proprietà della sorella di uno dei tre, hanno lasciato lì i vestiti sporchi, si sono cambiati e sono tornati in albergo. Nella hall è scattato il blitz: sono stati arrestati all’alba mentre facevano colazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • I sentieri del Conero, 7 itinerari per veri duri (o quasi): la classifica completa

  • Filo diretto tra Ancona e le isole, Volotea annuncia nuove destinazioni in Sicilia e Sardegna

  • Botte da orbi tra sorelle, show sotto gli occhi del vicinato: una finisce all'ospedale

Torna su
AnconaToday è in caricamento