I ladri non si placano, altri 6 furti in abitazione: oltre 50 raid in meno di un mese

Gli ultimi colpi hanno riguardato anche un ristorante. Sull'ondata di furti, ad opera di veri specialisti, stanno lavorando sia la questura che i carabinieri, ma il dato è in aumento

Foto di repertorio

L’assedio continua. Il numero dei furti in appartamento ad Ancona è salito a oltre 50 casi in poco meno di un mese, tra colpi tentati e quelli riusciti. 44 sono sotto la lente della Polizia, agli altri stanno lavorando i carabinieri. Gli ultimi tre casi si sono aggiunti alla lista sabato scorso in due abitazioni di via Caduti del Lavoro e al ristorante Orizzonte, adiacente al circolo tennistico ATA di Pietralacroce. 

Via Caduti del Lavoro, civico 47. Dopo essersi arrampicati fino al secondo piano dell’abitazione i ladri acrobati hanno forzato la tapparella e spaccato il vetro della finestra. Entrare, a quel punto, è stato un gioco da ragazzi. La casa era deserta, i proprietari stavano facendo una passeggiata tra i mercatini natalizi del centro e quando sono rientrati hanno trovato l’abitazione sottosopra. Alla conta dei soldi, mancavano gioielli e circa 300 euro. Il secondo colpo è stato portato a termine al civico 51, anche in questo caso dopo essersi arrampicati al secondo piano e con l’appartamento disabitato. Hanno portato via solo pochi oggetti d’oro dopo aver messo a soqquadro diverse stanze, probabilmente in cerca di una cassaforte. In piena notte invece è toccato al ristorante di Pietralacroce: dopo essere entrati dal retro del locale hanno rubato un televisore, un computer e poco meno di 1000 euro in contanti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prime denunce dei raid risalgono al 7 novembre. Tra le zone prese di mira spiccano il quartiere Adriatico e Borgo Rodi. La questura ha intensificato i controlli e le attività di indagine e le ipotesi portano a individui stranieri, pendolari che agiscono in due o tre persone. I gruppi sarebbero diversi e non è ancora stato accertato se collegati tra di loro. In campo ci sono gli uomini delle Volanti e della squadra Mobile, coordinati rispettivamente dai vicequestori Cinzia Nicolini e Carlo Pinto, oltre all’Anticrimine e alla polizia scientifica. Una decina di colpi, tra tentati e riusciti, è invece al vaglio dei carabinieri.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

  • «Vado a prestare i soldi ad un amico», i vigili gli fanno il terzo grado e lui si contraddice

  • Città vuota per l'emergenza, sfrecciano col Suv e oltre 1 etto di cocaina purissima

Torna su
AnconaToday è in caricamento