Litigano per il saldo di un conto e uno dei due tira fuori un fucile, panico al porto

L'uomo ha ammesso i fatti e ha consegnato l'arma: una carabina di libera vendita ad aria compressa con potenza inferiore ai 7,5 joule e senza proiettili

Foto di repertorio

Ieri pomeriggio i poliziotti delle Volanti sono intervenuti nella zona industriale del porto di Ancona dove, a seguito di una lite tra due persone, uno dei due aveva minacciato l’altro con un fucile. Erano circa le 15 quando un incaricato di una ditta di recupero materiale ferroso è andato in una ditta del porto dorico per saldare l’importo di un acquisto effettuato il giorno precedente. Di fronte a lui un anconetano di 52 anni. La questione ha generato una discussione fino a quando il 5enne, per allontanare il primo, ha estratto un fucile e glielo ha puntato contro. 

L'uomo ha ammesso i fatti e ha consegnato l'arma: una carabina di libera vendita ad aria compressa con potenza inferiore ai 7,5 joule e senza proiettili. Sequestrata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento