Scattano i lavori sulla Flaminia ed è subito caos: saranno tre settimane d'inferno

Ingorghi e code infinite fra il bypass della Palombella e Torrette nel primo giorno del cantiere, traffico bloccato in corrispondenza dello sbarco dai traghetti

La Flaminia interessata dai lavori

Partono i lavori ed è subito caos sulla Flaminia. Nelle fasi più critiche della giornata (in tarda mattinata e a metà pomeriggio, in corrispondenza dello sbarco dei traghetti al porto) si sono toccate punte di mezz’ora per percorrere i 1900 metri fra il bypass della Palombella e l’incrocio di via Conca, a Torrette, invasi da auto e Tir. Colpa del dimezzamento della carreggiata - da 4 a 2 corsie - necessario per avviare il cantiere da 800mila euro, appaltato per 629.680 euro (con ribasso del 21,29%) all’impresa edile Edumol di Fondi (provincia di Latina).

Ingorghi e lunghe code: sono inconvenienti a cui bisognerà abituarsi nelle prossime tre settimane (tanto durerà la prima parte dell'opera di bonifica e rifacimento dell’asfalto, salvo imprevisti) e la situazione peggiorerà nel weekend, quando l’attività in porto e gli sbarchi delle crociere e dei traghetti provenienti dalla Croazia e della Grecia cresceranno ulteriormente. Per il giorno del debutto del cantiere, il Comune ha stabilmente impiegato una pattuglia della polizia municipale all’altezza dell’incrocio di via Conca, ma il traffico è ugualmente proceduto a singhiozzo, con code infinite fino alla Palombella e inevitabili ripercussioni anche sulle strade circostanti. In questa prima fase, per circa 20 giorni, i lavori interesseranno metà della carreggiata, cioè le due corsie sul versante “monte”. Il Comune, in previsione dell’aumento del traffico, incluso quello per in entrata e in uscita dall’ospedale, consiglia agli automobilisti locali di evitare la Flaminia, almeno nelle ore di punta, deviando verso Posatora e passando per via Grotte.

Questa prima giornata era un test per verificare la viabilità e valutare l’opportunità di ricorrere a turni serali o notturni per limitare il più possibile i disagi. Ma siamo solo all’inizio. Terminata la prima parte dell’opera, si procederà col resto dei lavori per la bonifica del sottofondo per il 30% della sede stradale e il rifacimento degli asfalti per 25.000 mq. I tempi? Il capitolato parla di 120 giorni, ma il Comune spera di far prima e chiudere il cantiere entro l’estate. Tra l’altro a giorni dovrebbero partire anche i lavori nell’altro tratto della Flaminia, tra il bypass e la stazione ferroviaria, che in realtà dovevano essere già conclusi da un pezzo: peccato che la ditta aggiudicataria sia rimasta coinvolta in una maxi inchiesta sugli appalti truccati in Calabria. Nonostante le peripezie giudiziarie, dopo un anno di impasse, la stessa società è pronta per attivare le ruspe. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento