Disabilità, rete tra genitori per migliorare la vita dei figli: nasce il comitato "Famiglie H"

L’intento è quello di essere propositivi, creare una rete tra le famiglie e le vari istituzioni che entrano nella vita del disabile

Un gruppo di mamme unite

Un gruppo di genitori con figli disabili, residenti nel comune di Falconara Marittima, ha pensato di dar vita ad un comitato di famiglie che condividessero le stesse problematiche e perseguissero gli stessi fini. Il giorno 8 aprile scorso, è nato il comitato "Famiglie H – Falconara Marittima”. Questa esigenza è scaturita dalla necessità di creare una rete tra famiglie che hanno lo stesso obiettivo, quello di migliorare la vita dei propri figli in tutti gli ambiti della vita quotidiana, da quello sanitario, a quello scolastico, al sociale, al lavorativo e soprattutto con uno sguardo rivolto sempre al futuro e al “dopo di noi”.

All’interno di queste famiglie sono presenti disabilità diverse: da quelle sensoriali a quelle motorie, all’autismo, quelle metaboliche, ritardi psico-motori, malattie rare, sindrome di down, malattie neuro-muscolari. L’’intento è quello di essere propositivi, creare una rete tra le famiglie e le vari istituzioni che entrano nella vita del disabile come la sanità, comune, regione e cooperative, Associazioni di volontariato che operano nel territorio, lottare per l’abbattimento delle barriere architettoniche, partecipare a corsi e convegni per divulgare informazioni utili alle famiglie, far nascere nuovi progetti per migliorare la vita dei ragazzi ora e nel prossimo futuro. Nel comune di Falconara da poco si è istituita la “Consulta della Disabilità” che è un organo che ha l’obiettivo di ascoltare le esigenze dei soggetti disabili e dei loro familiari, per promuovere, organizzare e coordinare varie iniziativa, pertanto se verranno inviatati al prossimo incontro, potranno dare il loro contributo e far conoscere sia le varie disabilità presenti sul territorio che le esigenze delle famiglie al cui interno sono presenti disabili. Queste famiglie hanno la grinta e la voglia di fare, con l’unico fine che li muove cioè, il bene dei loro figli e con questo comitato vogliono essere la loro forza e la voce, anche di chi non ce l’ha.

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento