Accessi presidiati e controlli a tappeto, Fiera di San Settimio al via in una Jesi blindata

Saranno circa 700 le bancarelle presenti alla Fiera più importante della città. Previsto l'arrivo di migliaia di visitatori. Modificata anche la viabilità

Le immagini della conferenza stampa di presentazione

Una Jesi blindata si prepara ad accogliere la tradizionale Fiera di San Settimio che da domani, 22 settembre, fino a lunedì 25, colorerà le strade del centro cittadino. Un'edizione questa all'insegna della massima sicurezza. A spiegarlo è stato il comandante della Polizia di Jesi Liliana Rovaldi, durante una conferenza stampa organizzata questa mattina in Comune.

FIERE IN SICUREZZA

«Veranno organizzati presidi da parte di tutte le forze dell'ordine, dalla Polizia, ai Carabinieri, fino alla Guardia di Finanza e la Polfer - afferma proprio la Rovaldi - con tutti gli accessi che saranno controllati dall'associazioni Carabinieri in congedo che dalle 8 alle 24 monitorerà gli ingressi alla Fiera. Prevediamo una grande affluenza di pubblico e per questo abbiamo messo in campo tutte le nostre forze. Inoltre nei punti più "caldi" saranno installati dei blocchi di cemento pesanti circa 2500 chili». L'intera macchina organizzativa prevede l'arrivo di migliaia di persone, che animeranno una Fiera che sin dal 1304 omaggia il patrono della città. Proprio per garantire una maggiore sicurezza alcune strade sono state chiuse al traffico di mezzi pesanti, mentre in altre è stato invertito il senso di marcia. Via Setificio verrà interdetta alla circolazione, come via Granita, piazzale San Savino, via Lucagnolo, l'Arco Clementino e Piazzale delle Conce. I blocchi di cemento invece verranno installati in via XXIV Maggio nel punto in cui si incrocia con via Acqua. Inoltre il Comune ha emesso un'ordinanza che vieta l'ingresso durante la tombola di contenitori in metallo e o vetro all'interno di Piazza della Repubblica, dove lunedì sera verranno estratti i numeri fortunati. Il divieto entrerà in vigore alle 18 di lunedì 25 settembre e terminerà alle 22 della sera stessa. I trasgressori dovranno pagare una multa di 50 euro.

ABUSIVISMO

Problema annoso che si presenta in ogni edizione è quello dei venditori abusivi. Proprio sull'argomento la Rovaldi ha voluto precisare che mai come quest'anno verranno messe in campo tutte le risorse possibili: «In questa edizione della Fiera - commenta - tutte le forze di polizia collaboreranno tra di loro. Si lavorerà per gestire la situazione al meglio, con multe fino a 200 euro per chi acquisterà prodotti dai venditori abusivi. Inoltre la nostra squadra, formata da 13 persone, ha 7 elementi che si occuperanno di antiabusivismo».

LO STAND DEL COMUNE

Ancora più ricco di novità e contenuti lo stand del Comune di Jesi che, come da tradizione da alcuni anni a questa parte, sarà presente alle fiere di San Settimio nello spazio centrale di Piazza della Repubblica.

Il Servizio Relazioni Esterne ha individuato alcuni temi ben precisi su cui si incentrerà l’attività di comunicazione ai cittadini per metterli nelle condizioni di conoscere ed usufruire di servizi ed opportunità. Verrà rilanciata la parte informativa relativa alla protezione civile, con le informazioni sui principali rischi (terremoto, dissesti idrogeologici, ecc.) e le modalità di allerta attivate dal Comune. Sarà sottolineata la novità nell’ambito della raccolta differenziata con il passaggio del metallo dal contenitore verde del vetro a quello giallo della plastica a partire dal 1° ottobre, con un dettagliato riepilogo di tutte le tipologie di rifiuti da destinare al riciclo. Spazio anche alla promozione dell’acquisto casa con la formula dell’autorecupero e del contributo regionale al complesso San Martino ora che si è costituita la cooperativa per la realizzazione degli alloggi. L’impronta sociale sarà affidata all’Azienda Servizi alla Persona che incentrerà la sua attenzione su anziani, con particolare riferimento ai numerosi servizi domiciliari attivati, e sull’affido di minori. Nello stand prevista la conferenza stampa del sindaco Massimo Bacci nella mattinata del sabato sulla sicurezza e l’assegnazione del premio bancarella domenica mattina.  

Lo stand del Comune di Jesi ospiterà anche Agende Rosse, il movimento nato su iniziativa del fratello del giudice Paolo Borsellino che mira a sostenere tutti i rappresentanti dello Stato vittime di campagne di legittimazione oltre che a rischio della propria vita. Oltre alla distribuzione di materiali ed informazioni, Agende Rosse organizzerà, all’interno dello stand, anche incontri aperti ai cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento