Torna a casa ubriaco e riempie di pugni la fidanzata fino a romperle i denti

E per fortuna che in quel momento la città era presidiata dalle pattuglie della squadra Volanti. Infatti sono stati i poliziotti a piombare sul posto e bloccare il violento mentre inseguiva la donna

Polizia e ambulanza sul posto

Dopo il presunto stupro al Passetto con protagonisti 2 minorenni, dopo l’allontanamento di un marito violento nei confronti della moglie, presa a cazzotti durante una cena, dopo la tentata violenza sessuale nell'ascensore di un palazzo del quartiere Piano, dopo tutto ciò ad Ancona si registra nell'arco di pochi giorni un altro episodio di violenza di genere. Ancora uomini che odiano le donne. Ancora un uomo convinto di potersi permettere qualunque cosa con la sua fidanzata. Lei, una 28enne, usata come pungiball da lui, 22 anni, che è rientrato a casa ubriaco e ha iniziato a picchiarla. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, l’ha colpita con cazzotti in faccia a ripetizione, arrivando a spezzarle completamente un dente. Tanto che c’è stato bisogno dell’intervento dell’ambulanza della Croce Gialla

La violenza si è consumata intorno alle 4,30 della notte scorsa in via Fazioli, in pieno centro. E per fortuna che in quel momento la città era presidiata dalle pattuglie della squadra Volanti, infatti sono stati i poliziotti, coordinati dal sostituto commissario Franco Pechini, a piombare sul posto giusto in tempo per bloccare il violento, che inseguiva la donna, in fuga sulla strada, terrorizzata dall’uomo che diceva di amarla. Infatti lui, che in passato avrebbe già alzato le mani su di lei, ieri sera è tornato a casa ubriaco, i due hanno iniziato a litigare, poi le botte, dall'appartamento fin sull’asfalto della notte anconetana, graffiata dalle urla strazianti di lei, in fuga da una furia stroncata solo dall'intervento della Polizia. 

A dare l’allarme è stata la madre di lei che, poco prima, aveva ricevuto una telefonata della figlia in lacrime. La donna si è precipitata verso l’appartamento dove i due vivono insieme, ma nel tragitto ha incontrato l’auto della Polizia a cui ha chiesto aiuto. Poi l’arrivo degli agenti e dei soccorsi: 118 e Croce Gialla, i cui volontari hanno trasportato la donna in ospedale con il volto tumefatto, un dente rotto e altri seriamente lesionati

Il giovane è stato ammanettato e messo nella volante, da dove arrivavano minacce ed insulti di ogni genere. In preda ai fumi dell’alcool, il 22enne avrebbe anche colpito l’interno dell’auto con delle testate. Al momento si trova in carcere con le accuse di stalking, lesioni personali gravissime e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • Perde il controllo e si schianta contro l’altra auto, nuovo incidente sulla strada maledetta

Torna su
AnconaToday è in caricamento