“Una fiction per San Giuseppe da Copertino”, spunta anche la pagina FB

Tratta da una sceneggiatura del premio oscar Ennio De Concini: "Il frate volante", la fiction sul Patrono degli studenti, degli esaminandi e degli aviatori potrebbe essere presto realizzata

San Giuseppe da Copertino in estasi, XVIII sec.

L’idea era stata lanciata quasi per gioco a settembre, in occasione della consegna delle benemerenze civiche della città di Osimo al vaticanista della Stampa Giacomo Galeazzi e all’omonimo filoso anconetano, Giancarlo Galeazzi.

La sceneggiatura dell’opera in questione avrebbe un "padre nobile" d'eccezione, perché nascerebbe dall’idea di Ennio De Concini, scomparso nel 2008 e già premio oscar 1963 per l’indimenticabile “Divorzio all’italiana”, che ha scritto e lasciato in un cassetto il testo sulla vita del “Santo dei voli”, tanto caro a studenti e maturandi di tutta Italia. Ora a supporto del’iniziativa è nata anche una pagina Facebook, sostenuta dall’associazione culturale osimana Juter-club, alla quale gli internauti possono dare supporto per caldeggiare l’inizio delle riprese sul biopic del frate salentino.

San Giuseppe da Copertino, umile frate della famiglia francescana dei Frati Minori Conventuali, nacque nel piccolo paesino in provincia di Lecce nel 1603, per spegnersi a Osimo sessant’anni più tardi. Per le sue numerose estasi, è conosciuto in tutto il mondo come il “Santo dei voli” ed è quindi invocato come protettore dagli aviatori . A causa delle numerose difficoltà incontrate nello studio - che superò tuttavia puntualmente grazie alla totale fiducia nell'aiuto della Santissima Vergine - anche gli studenti, specialmente nel periodo di preparazione agli esami, lo invocano come protettore e ne richiedono l'intercessione per ricevere lumi e coraggio nelle loro fatiche.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento