Assistenza sugli scuolabus, in biblioteca e nelle strutture sociosanitarie: si cercano 12 volontari

Il sindaco di Falconara Signorini: «Così si accorciano le distanze tra diverse generazioni». Il vicesindaco Al Diry: «Un altro progetto che ha visto affiancate istituzioni e associazioni».

L’ambito territoriale sociale 12 lancia un invito a tutti gli ultrasessantenni residenti nei Comuni di Falconara, Chiaravalle, Montemarciano, Monte San Vito, Camerata Picena, Agugliano e Polverigi, chiamati ad aderire al «Servizio civile volontario anziani»: chi si renderà disponibile sarà reclutato nei servizi di accompagnamento dei bambini sullo scuolabus, nelle biblioteche anche per il servizio di doposcuola, per l’assistenza culturale e sociale nelle strutture sociosanitarie del territorio, come centri per disabili e per anziani. E’ previsto un rimborso spese di 100 euro al mese. Requisiti per aderire sono il compimento dei 60 anni di età, l’essere pensionato o comunque non lavorare e, in alcuni casi, l’idoneità psicofisica certificata dalle strutture dell’Asur.

L’avviso pubblico, che riguarda gli ambiti operativi individuati dall’articolo 3 della legge regionale 3 del 12 marzo 2018, è stato pubblicato dopo un incontro dell’Ats 12 con l’Asur e con le associazioni di volontariato. E’ stato stimato un fabbisogno di 12 volontari e l’avviso pubblico, pubblicato anche sul sito istituzionale del Comune di Falconara, permetterà di stilare un elenco delle persone disponibili, da chiamare in base alle esigenze. Il Servizio civile volontario anziani è stato progettato attraverso la collaborazione dell’Ambito territoriale sociale 12 con i soggetti presenti sul territorio in base al sistema di co-progettazione, ma possono aderire anche gli ultrasessantenni che non fanno parte di associazioni. «Questa è un’opportunità per ampliare la partecipazione alla vita cittadina, coinvolgere sempre più persone e accorciare le distanze generazionali attraverso l’impegno nel trasporto scolastico e nelle biblioteche per il doposcuola – afferma il sindaco Stefania Signorini –. Il servizio civile volontario rappresenta anche l’occasione per conoscere alcune realtà del territorio, come le strutture sociosanitarie attive nelle nostre città». «La nostra amministrazione sta lavorando in sinergia con le associazioni di volontariato su più fronti – aggiunge la vicesindaco Yasmin Al Diry, con delega alle Politiche sociali – ed è stato fatto anche per questo progetto, che vede coinvolti gli anziani. Il servizio civile potrà essere uno degli strumenti per farli sentire parte integrante della comunità e il sentirsi utile è sicuramente un modo per migliorare la loro qualità della vita. Ringrazio l'Ats 12 e le associazioni di volontariato per aver colto l'opportunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento