In fuga per amore nonostante i domiciliari, si aprono le porte del carcere

Un marocchino di 39 anni, indagato per traffico di stupefacenti, doveva starsene a casa ma in tre settimane è stato arrestato due volte per altrettante evasioni

Voleva passare un weekend romantico con la fidanzata in quel di Trodica di Morrovalle ma non poteva. Gli arresti domiciliari, cui era sottoposto quale indagato del reato di traffico illegale di stupefacenti, glielo impediva. Ma il provvedimento emesso dal Tribunale di Fermo non ha sortito gli effetti sperati e così un marocchino di 39 anni, residente a Castelfidardo, è tornato in carcere. L’uomo è stato arrestato per ben due volte, nelle ultime tre settimane, dai carabinieri fidardensi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima risale al 16 luglio quando è stato trovato in compagnia di altre persone  (mentre lui avrebbe potuto comunicare solo con i conviventi) mentre nella seconda occasione è stato fermato in auto mentre si recava a Trodica dalla fidanzata. Dopo la denuncia dei militari dell’Arma il gip di Fermo ha revocato gli arresti domiciliari e inasprito il provvedimenti di custodia cautelare: il marocchino è così finito a Montacuto. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

  • Addio Matteo, fortissimo guerriero: in lacrime per il giovane consulente

Torna su
AnconaToday è in caricamento