La droga era destinata alla festa del Primo maggio, blitz in azienda: operaio in arresto

L'uomo era da tempo osservato dalle forze dell'ordine

JESI - E' stato prelevato dall'azienda dove lavora l'operaio di 25 anni, arrestato lo scorso 30 aprile dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Ancona, coadiuvati dai colleghi del Commissariato di Jesi. I poliziotti lo tenevano d'occhio già da tempo ed hanno deciso di intervenire alla vigilia del Primo maggio. 

Nel suo appartamento il giovane operaio aveva nascosto quasi due etti di marijuana già essiccata, trovata in una scatola di scarpe, pronta per essere spacciata l'indomani in qualche festa per la celebrazione del Primo maggio. I poliziotti hanno così esteso la perquisizione anche nel garage, dove era stata creata una vera e propria serra in tessuto, completa di igrometri, sistema di aspirazione e ventilazione, nonchè di lampade ad incandescenza ed attrezzata per la coltivazione della marijuana. Gli agenti sono inoltre riusciti a sequestrare concimi, prodotti chimici di varia natura, lampade di ricambio e grossi tubi di aspirazione, tutto materiale sapientemente utilizzato per coltivare lo stupefacente. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, il giovane operaio è stato portato nel carcere di Montacuto e si trova ora a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale, gravissimo il bimbo di 5 anni: è in coma al Salesi

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Non c'è pace per il ristorante più chic della città: Il Passetto spegne di nuovo le luci

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Terribile schianto fra due auto, tre feriti: gravissimi una mamma e il suo bambino

  • Terribile frontale, nuovo bollettino medico: «Bambino in condizioni critiche»

Torna su
AnconaToday è in caricamento