Di giorno operaio, poi spacciava eroina in tutta la città: arrestato insieme al complice

Ad arrestarli sono stati gli agenti di Polizia del Commissariato di Senigallia

SENIGALLIA - Gli agenti del Commissariato di Senigallia hanno arrestato due pakistani, ritenuti figure di spessore nel settore del traffico e della detenzione di droga, diretta al mercato senigalliese ed anche ad aree più vaste. Da tempo gli investigatori avevano notato un' anomala presenza di soggetti del sud est asiatico molti attivi nel mondo dello spaccio di stupefacenti, specie eroina.

Gli agenti hanno effettuato quindi una serie di attività di controllo che hanno confermato l’ipotesi investigativa, concentrando così l’attenzione su alcune persone di nazionalità pakistana presenti o comunque gravitanti in provincia di Ancona ed individuando un giovane pakistano. Le successive verifiche sul giovane pusher, hanno consentito di stabilire che questi svolgeva le attività di operaio con cui camuffava, però, la ben più redditizia attività illegale di traffico e detenzione di stupefacenti.

Dopo aver individuato la sua abitazione, gli agenti hanno fatto scattare il blitz trovando e sequestrando tre involucri, confezionati in modo particolare, con all'interno dell'eroina. Ma non solo. Da ulteriori controlli i poliziotti hanno scoperto che il 24enne possedeva anche un altro appartamento nello stabile, non facile da raggiungere visto che lo spacciatore aveva piazzato nel tragitto degli ostacoli per rendere difficoltoso l'accesso. Dentro, oltre ai segni della presenza di un altro uomo, gli agenti hanno trovato 30 involucri di eroina per un totale di 250 grammi. Il pakistato è stato subito portato in Commissariato, arrestato e condotto in carcere a disposizione dell'Autorità giudiziaria. Gli investigatori poi si sono messi sulle tracce dell'altro uomo, identificato dopo poco tempo. Si tratta di un 35enne pakistano, che prima del loro arrivo era riuscito a fuggire. Anche per lui si sono aperte le porte del carcere ed ora si trova a Montacuto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Terribile frontale, nuovo bollettino medico: «Bambino in condizioni critiche»

  • Malore a Folgarida, il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti anconetani

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

Torna su
AnconaToday è in caricamento