L'ultima telefonata in lacrime, poi prende il coltello e minaccia il suicidio: salvata dalla Polizia

Una volta sul posto, poliziotti e vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento, trovando la donna seduta, al telefono, visibilmente provata e con un coltello in mano

Foto di repertorio

E’ disperata, pensa al suicidio e prende un coltello, si fa del male, poi in lacrime l’ultima telefonata al 113 per dire: «Voglio farla finita». E’ avvenuto alcuni giorni fa a Senigallia, dove la chiamata ha fatto scattare la mobilitazione di 118 e squadra Volanti che, guidate dal primo dirigente Agostino Maurizio Licari, si sono lanciate a casa della donna. Nel frattempo lei stava ascoltando le parole del poliziotto che, dall’altra parte del telefono, ha guadagnato tempo, allacciando un dialogo empatico con la potenziale suicida. 

Una volta sul posto, poliziotti e vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento, trovando la donna seduta, al telefono, visibilmente provata e con un coltello in mano. Alla fine l’allerta è rientrata, i poliziotti hanno scongiurato il peggio, consegnando la donna alle cure dei medici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus si propaga nelle Marche, quasi 100 persone in isolamento in tutte le province

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

Torna su
AnconaToday è in caricamento