Jesi: “Lasciate il bidone coi gratta e vinci o dovrò prostituirmi”

A riportare la vicenda è il Corriere Adriatico: una donna rovistava fra i tagliandi gettati via per trovare premi non riscossi, ma il titolare dopo aver preso una multa aveva tolto il secchio

Rovistava diligentemente nel secchio con i “Gratta e vinci” usati e gettati via, nella speranza di trovare – come ogni tanto succedeva – tagliandi con vincite non ritirate. Il titolare dell’attività, però – un bar-ricevitoria di Jesi – era stato multato perché i sacchi erano stati trovati fuori posto dalle autorità (probabilmente proprio in conseguenza del rovistare), e aveva deciso così di non lasciarli più incustoditi, per evitare di incorrere in altre sanzioni.

Il fatto – curioso se non fosse tragico – riportato dal Corriere Adriatico, è che pochi giorni dopo lo stesso titolare ha trovato una lettera anonima in ricevitoria, scritta proprio dalla persona che era solita “setacciare” la spazzatura: una donna. La signora ha spiegato che quell’entrata supplementare le consentiva di evitare di prostituirsi per arrivare a fine mese, e ha chiesto che tornassero ad utilizzare il cassonetto.  

Un’altra storia di ordinaria disperazione dettata dalla crisi.

Potrebbe interessarti

  • Detenzione di armi, obblighi e scadenze della nuova legge: cosa si deve fare

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

  • La nave extralusso con vista sugli abissi: “Le Bougainville” attesa in porto

  • Francesco Facchinetti in riviera con "La vacanza perfetta": quando e come vedere la sfida in tv

I più letti della settimana

  • Incidente in bici e fuga dall'ospedale, Sergio camminava in strada quando è stato travolto

  • Spranga di ferro in faccia, una frustata micidiale: operaio in prognosi riservata

  • Tragedia in vacanza, bambina muore ad appena sei mesi

  • La sua moto travolta in autostrada, centauro morto dopo lo schianto

  • La moglie non lo vede rientrare, marito trovato morto a casa di un amico

  • Trovato un cadavere sul ciglio della strada, ipotesi investimento

Torna su
AnconaToday è in caricamento