Un machete per difendersi, donna denunciata dai carabinieri

Fermata al posto di blocco aveva una roncola da 47 centimetri appoggiata sul sedile del passeggero: «Mi serve perché di questi tempi non si sa mai chi incontri»

un machete (foto di repertorio)

Il dibattito sulla legittima difesa, a livello nazionale, è sempre attuale ma qualcuno, anziché attendere le nuove disposizioni del Governo – se ce ne saranno – è sempre pronto a interpretarlo come meglio crede. Come la donna di 54 anni, residente da Arcevia, fermata dai carabinieri di Fabriano mentre guidava in compagnia di un machete con una lama di ben 47 centimetri. La donna, una casalinga incensurata, era da sola alla guida della sua vettura nella notte di ieri. 

Dopo aver passato la serata dalle parti di Sassoferrato stava rincasando. Quando i militari dell'Arma, che stavano effettuato un posto di blocco, l'hanno fermata hanno subito notato il coltellaccio posato sul sedile del passeggero. «Di questi tempi non si sa mai chi si incontra, mi serve per difendermi» ha detto la donna per giustificarsi. Il che non è bastato a farle evitare una denuncia per porto abusivo oggetti atti ad offendere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Pizzeria a fuoco in piena notte, giallo sulle cause: chiusura forzata e danni ingenti

  • Nuovo caso di Dengue in città, scatta l'allerta: «Finestre chiuse e animali in casa»

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

  • Apre la nuova scuola di danza, Andreas e Veronica insegnanti d’eccezione

  • La mamma ritrova il suo portafoglio, dentro c'erano i documenti del figlio ricoverato al Salesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento