Effetto Corinaldo, più ingressi della massima capienza: polizia in discoteca

Erano circa 150 gli adolescenti in attesa di entrare nel locale già pieno con in mano un tagliando d'ingresso. I gestori annunciano il rimborso e spiegano la loro versione

foto di repertorio

La strage di Corinaldo fa ancora paura e la questura non allenta la morsa sui controlli nelle discoteche. Mercoledì sera gli agenti della polizia amministrativa, volanti, unità cinofile e squadra nautica si sono presentati nel piazzale di un locale di Ancona dove era in programma una festa di liceo. Gli adolescenti in attesa di entrare però erano tanti, troppi, sicuramente più dei 254 previsti dalla capienza massima e che eavevano già riempito la struttura. Alcuni, insomma, aspettavano di entrare con in mano un tagliando che dava diritto all'ingresso anche se dentro non c'era più posto. Ale 23 fuori dal locale si contavano circa 150 persone. 

I controlli

I poliziotti, insieme al personale della stessa discoteca, hanno dunque controllato gli accessi per fare in modo che al raggiungimento della massima capienza scattasse lo stop degli ingressi: sarebbe entrato solo un numero di ragazzi pari a quelli in uscita. Il piazzale si è svuotato solo intorno alle 2 quando la maggior parte dei giovani aveva ormai capito che l’attesa era inutile. Al momento non risulta applicata nessuna sanzione alla gestione del locale da parte della polizia amministrativa

«Erano prevendite, le rimborseremo»

Gli stessi gestori, da parte loro, hanno tenuto a precisare che i ragazzi rimasti fuori non avevano in tasca il biglietto fiscale bensì un tagliando acquistato in prevendita che sarebbe stato cambiato alla cassa solo se il numero dei presenti lo avesse consentito. «Ora li rimborseremo» ha confermato il gestore, aggiungendo che il disagio è stato creato dal fatto che i ragazzi entrati al primo turno si sono trattenuti fino a tarda notte non permettendo di fatto la rotazione della clientela. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • L’autovelox delle polemiche è stato spento

  • Il tour della paura, le cinque dimore più infestate di Ancona e dintorni

  • Problemi al cuore, Mario Cipollini ricoverato a Torrette: «Sono molto provato»

  • Travolta mentre è in sella al suo scooter, grave una ragazza

  • Allarme formaldeide nelle classi, il sindaco ordina la chiusura del nuovo asilo

Torna su
AnconaToday è in caricamento