Persone con disabilità, dalla Regione per il 2017 oltre 6 milioni di euro

La finalità è quella di rafforzare sul territorio regionale la presa in carico della persona non autosufficiente attraverso un piano personalizzato di assistenza

La Giunta, nel corso dell’ultima seduta, ha trasmesso al Cal i criteri attuativi degli interventi a favore delle disabilità gravissime per il 2017. Lo stanziamento per l’avvio dell’ intervento ammonta per ora  a 2.796.000 euro a cui verrà aggiunta la quota che sarà trasferita in autunno dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il Fondo Nazionale non Autosufficienze 2017 con la quale si raggiungerà l’importo già garantito nell’anno 2016 di circa quattro milioni di euro. La finalità è quella di rafforzare sul territorio regionale la presa in carico della persona non autosufficiente attraverso un piano personalizzato di assistenza, che integri le diverse componenti sanitaria, sociosanitaria e sociale per assicurare continuità assistenziale. Anche per quest’anno i beneficiari sono le “persone in condizione di disabilità gravissima”, che hanno ’indennità di accompagnamento’ o definite non autosufficienti. Il beneficio non viene esteso agli ospiti di strutture residenziali, mentre è alternativo al progetto “Vita Indipendente” e all’intervento “Riconoscimento del lavoro di cura dei caregiver attraverso l’incremento del contributo alle famiglie per l’assistenza a persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica” e alla misura di “Assegno di cura” rivolto agli anziani non autosufficienti.

Nella stessa seduta, la Giunta ha stanziato un ulteriore milione di euro quale  misura integrativa straordinaria a sostegno delle persone disabili beneficiari nel 2015 dell’intervento di “Assistenza Domiciliare Indiretta” rimaste escluse dai benefici rivolti alle persone in condizione di disabilità gravissime per effetto dell’applicazione delle schede di valutazione ministeriali. La nuova procedura ministeriale aveva infatti costretto la Regione lo scorso anno ad abbandonare la precedente progettualità regionale denominata “Assistenza Domiciliare Indiretta al disabile in situazione di particolare gravità - ADI” e comportato la valutazione dei nuovi utenti ma anche la rivalutazione degli utenti già beneficiari negli anni precedenti dell’intervento regionale con il rischio per quest’ultimi di rimanere senza un sostegno economico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiuso nel balcone mentre la compagna fa sesso, è lui ad essere denunciato

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • Va al Salesi per partorire ma la bimba muore: aperta un'inchiesta

  • Accosta la macchina e perde i sensi, soccorsi inutili: morto un automobilista

  • Chiedono sigaretta e moneta, poi scatta l’aggressione: tre studenti in manette

Torna su
AnconaToday è in caricamento