Processi: Dino Latini querela Marco Travaglio per diffamazione

L'ex sindaco di Osimo e attuale consigliere regionale in quota Api-liste civiche Dino Latini ha querelato il vice direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio. La prima udienza si terrà il 15 ottobre

Il vice direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio

L’ex sindaco di Osimo e attuale consigliere regionale in quota Api-liste civiche Dino Latini ha querelato il vice direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio. A dare la notizia è il Messaggero: il politico osimano e il notissimo giornalista si ritroveranno al tribunale di Ancona il prossimo 15 ottobre per la prima udienza del processo per diffamazione a carico del cronista.

L’ACCUSA. Oggetto della querela è il video “La feccia che risale dal pozzo”, un contenuto creato da Travaglio per il blog di Beppe Grillo in cui vengono discusse le candidature di presidenti e consiglieri nelle regioni al voto il 28 e 29 marzo 2010. Nel filmato ad un certo punto l’editorialista parla di Latini, affermando che “era sindaco di Osimo aveva invitato il fondatore di Forza Nuova, segretario di una fondazione neonazista a intervenire nel suo Comune, mentre aveva negato la piazza alle forze antifasciste e l'ingresso in consiglio comunale addirittura del rappresentante degli extracomunitari”, una ricostruzione respinta con forza dal consigliere regionale e dai suoi avvocati.

“Non ho mai compiuto quelle azioni indicate dal dottor Travaglio” dichiara sul Messaggero Latini, accusando il giornalista di non avere rispettato "una delle condizioni dell’esercizio del diritto di cronaca concernente la veridicità della notizia in forza di un’accurata e diligente attività di ricerca e di controllo non solo sulla fonte ma anche sulla verità sostanziale delle notizie”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Il titolare ubriaco serve i clienti, il questore chiude il bar: «Ritrovo di pregiudicati»

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento