Osimo: denunciati tre membri della “banda dei giostrai”

Si sono resi responsabili del furto di materiale ed attrezzi edili per un valore di 2mila e 500 euro, in un cantiere di Osimo Stazione, ai danni di un noto imprenditore edile di Porto Recanati

Sono stati identificati e denunciati i tre membri della “gang dei giostrai”, tutti dimoranti nel campo nomadi di Jesi, che il 17 novembre scorso si sono resi responsabili del furto di materiale ed attrezzi edili per un valore di 2mila e 500 euro, in un cantiere di Osimo Stazione, ai danni di un noto imprenditore edile di Porto Recanati.

Si tratta di due fratelli: B.M., nato a L’Aquila, Cl. 1985, celibe, nullafacente; B.M., nato a L’Aquila, Cl. 1988, celibe, nullafacente; e di un altro complice della banda B.M., nato e residente a Jesi, Cl. 1971, coniugato, nullafacente, tutti già noti alle forze dell’ordine per reati specifici.

Uno dei due fratelli (B.M., Cl. 1988), nel tentativo di sviare le indagini, aveva denunciato il (falso) furto dell’autocarro Fiat Iveco 35 usato per il crimine ed il trasporto dei materiali rubati, che all’epoca era stato trovato abbandonato e sequestrato dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento