Danni al bus per Loreto, Conerobus e studenti insieme per il rispetto delle regole

Conerobus, in accordo con la dirigenza scolastica dell’istituto, ha deciso di promuovere una serie di incontri per responsabilizzare i ragazzi e sensibilizzarli al corretto uso del mezzo pubblico

foto d'archivio

In seguito agli ultimi atti di vandalismo rilevati sul bus extraurbano impegnato nel trasporto degli studenti dell’alberghiero Einstein - Nebbia di Loreto, Conerobus, in accordo con la dirigenza scolastica dell’istituto, ha deciso di promuovere una serie di incontri per responsabilizzare i ragazzi e sensibilizzarli al corretto uso del mezzo pubblico.

“Ho rappresentato la deplorevole situazione – spiega il presidente della società per la mobilità intercomunale di Ancona Muzio Papaveri – al preside dell’istituto, Gabriele Torquati, che ha raccolto con entusiasmo la proposta di realizzare alcuni incontri, organizzati sulla scia di quelli già promossi con successo in diverse scuole di Ancona e provincia, per favorire lo sviluppo della cultura della legalità tra gli studenti. Naturalmente continueremo ad effettuare controlli serrati lungo la tratta percorsa dal bus nel mirino dei vandali e a denunciare alle autorità competenti eventuali nuovi episodi di danneggiamento”.

Con le speciali lezioni, che inizieranno a breve, Conerobus e la dirigenza scolastica dell’Einstein - Nebbia intendono far riflettere gli studenti sui casi di vandalismo verificatisi a bordo dell’autobus per Loreto, accompagnandoli, contemporaneamente, in un percorso di educazione al rispetto delle regole fuori e dentro i mezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento