Parcheggi a Palombina: è polemica. Il Comune: “Aumento tecnico”

"E' la spiaggia popolare degli anconetani e nessuno pensa di penalizzarla ma la sosta ha una ridotta capienza" spiega l'assessore al Traffico Roberto Signorini

Nella foto: l'assessore al Traffico Roberto Signorini

È polemica sui prezzi dei parcheggi. Il Comune di Ancona aveva diffuso ieri le nuove tariffe per l’alta stagione per le spiagge di Palombina e Portonovo, definite “lievi” dall’amministrazione ma – come anche i nostri lettori ci hanno fatto notare – si tratta comunque, almeno per Palombina, di effettivi raddoppi (da uno a due euro per la mezza giornata).
La polemica dunque viaggia fra i cittadini, spaccati tra chi ritiene che un ennesimo aumento – specie in questi tempi di crisi – sia un’altra mazzata ai cittadini, e chi invece pensa che tutto sommato le cifre in questione siano eque, e che ad esempio occorrerebbe incentivare il mezzo pubblico piuttosto che agevolare il parcheggio privato.

Palazzo del Popolo interviene nel dibattito, a difesa delle scelte dell’amministrazione: “Le nuove tariffe della sosta-spiaggia a Palombina – si legge in un comunicato stampa – vanno inserite in un nuovo quadro organizzativo e logistico. Prima di tutto, saranno eliminate le copertura dei parcheggi vicino al soprapasso, come richiesto dalle Ferrovie dello Stato. I posti auto all’ombra lo scorso anno avevano un costo di 3,60 euro tutta la giornata: per questi non si dovrebbe parlare di aumento, dato che le nuove tariffe fissate dalla giunta sono di 3,50 euro tutta la giornata e 2 euro mezza giornata.
Solo che non ci saranno più posti con la copertura. A subire un aumento tecnico, insomma, saranno quei posti al sole che lo scorso anno avevano un costo di 2 euro l’intera giornata”.

“E’ la spiaggia popolare degli anconetani e nessuno pensa di penalizzarla ma la sosta ha una ridotta capienza  - spiega l’assessore al Traffico Roberto Signorini - Sono circa 90 i posti auto dalla parte del sovrapasso e circa 30 quelli dall’altra parte della strada accanto alla pesa pubblica, ma hanno un impatto notevole su una strada trafficatissima. Un parcheggio così ha necessità di una sosta ordinata e di un’organizzazione il più possibile razionale per evitare caos e ingorghi nel momento dell’entrata e uscita: gli aumenti sono riconducibili alla necessità di garantire, appunto, questa gestione”.

I dati sul traffico, sempre a seconda del Comune, parlano di una media di 12.000 auto al giorno in transito lungo quel tratto di Flaminia in questo periodo dell’anno, a cui bisogna aggiungere 300 tra camion e tir e 500 motoveicoli.
“3,5 euro mi sembra un costo congruo per una famiglia che viene al mare tutto il giorno” commenta Stefano Foresi, presidente della Seconda Circoscrizione che ricorda anche che quest’anno sarà possibile utilizzare il parcheggio privato di uso pubblico del centro commerciale nuovo, mentre l’Amministrazione si è messa alla ricerca di un’area da adibire a sosta pubblica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Perde il controllo e si schianta contro l’altra auto, nuovo incidente sulla strada maledetta

Torna su
AnconaToday è in caricamento