Finanza: concluso blitz antievasione, ad Ancona evade 1 su 4

Eseguiti 700 controlli: fra i "pizzicati" anche chi aveva già sentito in radio la notizia dei controlli, ma credeva che non potessero continuare anche nella tarda serata

Si è concluso nella notte fra sabato e domenica il vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che ha interessato l’intera Provincia dorica.
Il “Piano”, sviluppato con la sola sosta notturna fra le giornate di venerdì e sabato, si è concretizzato con lo svolgimento di innumerevoli servizi volti al controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte degli esercenti e al contrasto e alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merci contraffatte.
Nell’arco delle quarantott’ore i controlli hanno interessato tutti i 49 Comuni della Provincia e hanno richiesto l’impiego di oltre 300 Finanzieri, tratti da tutti i Reparti della Guardia di Finanza che dipendono dal Comando Provinciale, che hanno operato sia in uniforme che in abiti civili.

In materia di scontrini e ricevute fiscali, sono stati eseguiti 700 controlli, che hanno portato alla constatazione di 136 violazioni per mancata o irregolare emissione di documenti fiscali, nei confronti delle più disparate categorie economico-commerciali: uno su cinque non emette lo scontrino o la ricevuta fiscale
La massima produttività dei controlli è stata registrata nei comuni di Ancona e di Jesi: nel primo 57 sono stati i controlli con esito irregolare rispetto al totale di 217 interventi, con una percentuale di irregolarità pari al 26% (cioè uno su quattro); nel secondo 16 su 63 sono risultati positivi, con una percentuale del 25%.
Fra gli esercenti verbalizzati nelle ultime ore per non aver emesso la ricevuta vi è stato anche chi aveva già sentito in radio la notizia dei controlli, ma credeva che non potessero continuare anche nella tarda serata.

In materia di contrasto all’abusivismo e alla vendita di prodotti contraffatti, complessivamente sono stati sequestrati 23.000 articoli costituiti in prevalenza da capi di abbigliamento e materiale elettrico e denunciate 8 persone.

In materia di contrasto al cosiddetto “lavoro sommerso” sono stati effettuati 57 controlli che hanno portato al momento all’individuazione di 5 lavoratori irregolari, salvo gli esiti degli ulteriori approfondimenti che saranno svolti nei prossimi giorni.

L’azione di controllo sugli indici di capacità contributiva ha permesso di identificare 44 soggetti alla guida di auto di grossa cilindrata, per i quali saranno immediatamente attivate le verifiche sulle relative posizioni fiscali al fine di individuare eventuali situazioni di sproporzione rispetto ai redditi dichiarati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Allarme meningite, maestra in gravi condizioni: scatta la profilassi a scuola

Torna su
AnconaToday è in caricamento