Osimo: "I cambiamenti climatici e recenti eventi estremi della Regione Marche"

L'intermeeting tra i Club Lions di Osimo e Castelfidardo, che si sono ritrovati il 22 febbraio alle Azalee di Numana, ha trattato il tema "I cambiamenti climatici e recenti eventi estremi della Regione Marche"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Non c'è un veicolo migliore per valorizzare il dono dell'Amicizia che quello dello stare insieme per conoscersi meglio e confrontare i rispettivi impegni dei Clubs. E' stato questo il leit-motiv che ha accompagnato l'intermeeting tra i Club Lions di Osimo e Castelfidardo che si sono ritrovati, il 22 febbraio, alle Azalee di Numana per trattare il tema "I cambiamenti climatici e recenti eventi estremi della Regione Marche". Relatore di tutto rispetto della serata il Dott. Francesco Iocca, meteorologo della Protezione Civile presso la Regione Marche, presenti alcuni soci dei Clubs Ancona Colle Guasco e Ancona Host.

Secondo i cerimoniali di rito i presidenti Anna Maria Trucchia, per il Club Osimo e Vincenzo Esposito per quello di Castelfidardo hanno salutato i numerosi intervenuti,fermandosi a riflettere sull'importanza di stare insieme in amicizia e stima reciproca. A questo punto sono intervenuti il Presidente di Zona Luca Bartolini e il presidente di Circoscrizione Nino Montemurro che hanno plaudito all'iniziativa insistendo sulla validità degli intermeetings per rinsaldare l'amicizia tra i Clubs Ha preso poi la parola il relatore che ha tracciato, con chiarezza e competenza, la storia delle glaciazioni ed i mutamenti climatici che hanno da sempre influito sull'umanità.

Con l'aiuto di slides, Iocca ha presentato le strategie che i nostri antenati hanno adottato per superare le siccità, le precipitazioni intense e i freddi glaciali ed è grazie all'agricoltura e all'allevamento che essi sono riusciti a fondare le prime civiltà. Per quanto riguarda le Marche è già dal 2007 che la regione ha deciso di ridurre le emissioni climateranti per contenere gli effetti dei cambiamenti climatici. E' fondamentale quindi promuovere una gestione forestale sostenibile per evitare le emissioni di gas serra e responsabilizzare le piccole e medie imprese, perché mitighino il proprio impatto ambientale. Iocca ha poi terminato, asserendo che le foreste, oltre a fornire il legno, sono un habitat alla biodiversità e costituiscono inoltre una risorsa alimentare, idrica e farmaceutica.

Rossana Giorgetti Pesaro (addetto stampa Lions Club Osimo)

Torna su
AnconaToday è in caricamento