Ritardo nella consegna del set, "La stanza del figlio" di Nanni Moretti risarcisce Ancona

La Sacher Film condannata a risarcire con 15 mila euro i proprietari dei locali che ospitarono il set del film per il ritardo accumulato nello sgombero

La locandina del film di Nanni Moretti

A 10 anni dalla Palma d'oro al 54a edizione del Festival di Cannes e a 11 anni anni dalle riprese nella città di Ancona, "La Stanza del figlio"  di Nanni Moretti, incassa anche una condanna. La  Sacher Film è stata infatti condannata dalla Corte d Appello a risarcire con ben 15 mila euro i 3 commercialisti che avevano acquistato i locali in cui venne allestito il set.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La produzione avrebbe dovuto sgomberare i locali entro il 30 gennaio 2000 ma lo fece solo il 30 aprile, e per di più dopo un'ingiunzione di sfratto. A causare il ritardo  uno sciopero delle maestranze che lavorarono al film, oltre che  esigenze artistiche che fecero slittare lo sgombero dei locali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

Torna su
AnconaToday è in caricamento