Osimo: picchiò e accoltellò la fidanzata, condannato a 6 anni

Il pm Giovanna Lebboroni aveva chiesto il doppio della pena. Ma ieri il gup Paola Moscaroli ha condannato a 6 anni il 43enne osimano che, la mattina del 22 agosto 2013, accoltellò la sua ex fidanzata sotto casa

Il pm Giovanna Lebboroni aveva chiesto il doppio della pena. Ma ieri il gup Paola Moscaroli ha condannato a 6 anni il 43enne osimano che, la mattina del 22 agosto 2013, accoltellò la sua ex fidanzata. La donna che, da tempo, aveva deciso di lasciarlo. Una condanna relativamente bassa che si spiega con un elemento Federica Battistoni copia-2di novità: il giudice ha fatto cadere l’aggravante della reiterazione, ma soprattutto quella della premeditazione. Quindi il 43enne non sarebbe partito dalla sua casa di Numana con l’intenzione di uccidere. Tuttavia resta in piedi l’accusa di tentato omicidio, che ha portato ai 6 anni di reclusione.

DIFESA. La sentenza è stata accolta con favore dall’avvocato Marcello Marcellini, che ha parlato di una soddisfazione morale nel vedere riconosciuto che non c’è mai stata la premeditazione di uccidere. Ma la difesa rilancia e annuncia già appello, perchè certa di poter smontare anche il capo di imputazione di tentato omicidio: «Non c’è il tentato omicidio perchè la donna non è mai stata in pericolo di vita e il fatto in sé non rappresenta l’atto idoneo a procurare la morte» ha ribadito l’avvocato Marcellini, che ha spiegato come la coltellata sia stato un gesto involontario scaturito da una colluttazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PARTE CIVILE. C’è amarezza nella famiglia della vittima, rappresentata dall’avvocato Federica Battistoni (in foto) che ha parlato in una sentenza inopportuna visto il momento storico che stiamo attraversando, in cui regolarmente  purtroppo ci sono casi di femminicidio. La parte lesa dunque si aspettava una pena molto più severa, anche alla luce delle richieste della pubblica accusa che, nella scorsa udienza, aveva chiesto ben 12 anni di carcere per l’imputato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna si rifiuta di dare i soldi al badante che lavorava per lei: lui la stupra in casa sua

  • Marche, nell'ultima settimana si abbassa l'età dei positivi :il 75% dei casi è under 35

  • Frecce tricolori ad Ancona, venerdì 29 maggio lo spettacolo nei cieli: info e orari

  • Spiagge libere in alto mare, un salasso: ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Bloccato sulla porta di casa, la polizia trova coltelli e una mazza: «Volevano ammazzarmi»

  • Lidl continua a crescere, nuovo punto vendita ad Ancona e 6 assunzioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento