Alluvione a Senigallia, conclusi i lavori della commissione speciale

Tra i temi affrontati l'analisi del fenomeno e le cause che lo hanno provocato, le opere pubbliche per il risanamento idrogeologico; la ricerca dei fondi destinati agli alluvionati. Ora sono attesi i risultati della relazione finale

Con l'audizione dell'ingegnere Alessandra Vallasciani della Provincia di Ancona sulla situazione negli istituti superiori di Senigallia, si sono ufficialmente conclusi ieri pomeriggio i lavori della Commissione speciale sugli eventi alluvionali del 3 maggio e sulla prevenzione del rischio idrogeologico.

Costituitasi lo scorso 4 giugno, la commissione speciale è stata presieduta dal presidente del consiglio comunale Enzo Monachesi e ha visto la partecipazione di tutti i capigruppo e dei presidenti delle sei commissioni consiliari. Tra i compiti affrontati in questi mesi, l'analisi del fenomeno alluvionale e le cause che lo hanno provocato, l'attivazione del confronto con Provincia, Regione, Autorità di bacino e Protezione civile per lo stanziamento delle risorse necessarie alla programmazione delle opere pubbliche per il risanamento idrogeologico; la promozione della ricerca dei fondi destinati agli alluvionati; la richiesta agli organi competenti della rivisitazione dei piani per le emergenze e del Pai.

Ora sono attesi i risultati della relazione finale, che sarà presentata entro il prossimo 15 dicembre.

"Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto - ha detto il presidente Monachesi - che si è caratterizzato per la collegialità della discussione e, soprattutto, per la capacità di coinvolgere tutti gli attori istituzionali aventi competenze esclusive sulla gestione del fiume. Fondamentale è stata la presenza simultanea alle riunioni della commissione dei dirigenti della Protezione civile, dell'Autorità di bacino e della Provincia di Ancona, che hanno contribuito prima alla realizzazione degli interventi necessari all'immediato ripristino della città e poi alla individuazione delle azioni che dovranno essere intraprese per la mitigazione del rischio idrogeologico. Un ringraziamento particolare, infine, al sindaco Maurizio Mangialardi, che ha condiviso fin dall'inizio le informazioni sulla gestione del post-alluvione, fornendo numerosi dati sugli interventi disposti dall'amministrazione a favore dei cittadini residenti nelle zone del territorio comunale colpite dall'evento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento