Il sindaco ospita il seminario della tecnologia assistiva

Marchetti ha studiato un sistema di fusione tra il ruolo di operatore riabilitativo e quello di programmatore informatico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L' Assistive Technology (tecnologia assistiva) è un termine utilizzato per indicare qualsiasi prodotto o servizio basato sulla tecnologia e innovazione che permette a persone di ogni età con limitazioni funzionali di utilizzare servizi che altrimenti risulterebbero difficili o impossibili per loro. Questa tecnologia è caratterizzata da un insieme di tecniche e dispositivi particolari creati in funzione di ogni tipo di disabilità. Questo è stato il topic del seminario tenutosi oggi, 20 novembre, nella biblioteca del Comune di Numana organizzato dai servizi sociali in collaborazione con la Cooss Marche. Ha aperto l'evento il Sindaco, dott. Gianluigi Tombolini, ringraziando gli intervenuti e sottolineando l'importanza della comunicazione e dell'interazione per i soggetti disabili, al fine di migliorare la qualità di vita aiutandolo anche ad esprimere le proprie emozioni in ogni ambito sociale frequentato. Presente al seminario anche l'Assessore ai servizi Sociali Gabriele Calducci. Relatore della giornata il professionista Fabio Marchetti, docente tifloinformatico con abilitazione all'insegnamento agli ipovedenti e ciechi assoluti, il quale ha messo a disposizione le sue competenze maturate nel mondo della riabilitazione funzionale di handicap con le sue competenze informatiche.

Marchetti ha studiato un sistema di fusione tra il ruolo di operatore riabilitativo e quello di programmatore informatico creando delle applicazioni realizzate su misura per le esigenze di ogni singolo utente. "Partendo da una conoscenza cognitiva e fisica approfondita della persona è possibile costruire, attraverso la creazione di applicazioni implementate su dispositivi informatici facilmente fruibili, creando stimolazioni visive o uditive, un modo diretto per interagire con il mondo che lo circonda" ha spiegato il professionista Marchetti durante l'incontro al quale hanno partecipato insegnanti, genitori,educatori. L'evento ha voluto far riflettere sulle opportunità legate all'avanzamento delle più recenti tecnologie di assistenza alle persone disabili nei diversi campi di applicazione, sia didattici che sociali, e sull'importanza dell'apprendimento e autonomia di un individuo, di qualsiasi età, affetto da qualsivoglia tipo di disabilità. Marchetti attualmente collabora con la Cooss Marche seguendo vari centri riabilitativi nella Regione utilizzando apparecchiature costruite sulle necessità degli utenti da lui seguiti.

Torna su
AnconaToday è in caricamento