Torrette, clochard multato per vagabondaggio: 250 euro. L'avvocato: "A cosa serve?"

Lui ha 36 anni, viene dal Sudan ed è un rifugiato politico. Il legale che lo sta aiutando: "Il mio assistito non ha un tetto sopra la testa, figurarsi 250 euro. Che scopo ha quella sanzione?"

Multa al clochard che dorme nell’ospedale regionale di Torrette. Il fatto è successo la scorsa settimana quando un cittadino del Sudan di 36 anni è stato scoperto dalle autorità preposte, che hanno così multato l’uomo con una sanzione di 250 euro per motivi di vagabondaggio. Reato che tra l’altro è stato depenalizzato. L’uomo dopo aver avuto il foglio di notifica della sanzione si è subito rivolto al suo legale, l’avvocato Raffaella Lonigro (nella foto) che ora è impegnata nel tentativo di fargli recuperare il suo permesso di soggiorno per motivi umanitari

1511598_10202260213779826_1968288275_n-2Si perché il giovane africano che dormiva dentro i corridoi dell’ospedale regionale sarebbe un rifugiato. Status che però sarebbe caduto dopo che lui non si era presentato alla commissione territoriale, che avrebbe dovuto valutare le condizioni per il suo rinnovo. Quel che è certo è che il sudanese, senza casa, senza lavoro e senza un’assistenza sociale, negli ultimi tempi ha dovuto affrontare una situazione di emergenza, con tutti i rischi di vive in strada. 

Ovviamente quelle 250 euro, con molta probabilità, non le pagherà nessuno perché il sudanese non ha un letto per dormire, figurarsi 250 euro. “E’ ridicolo questo modus operandi perchè, invece che fare multe, dovrebbero farsi carico dei rifugiati - ha detto l’avvocato Raffaella Lonigro - Il mio assistito non ha un soldo. Che scopo ha quella sanzione? “ chiede l’avvocato che, per ora, non farà ricorso contro la multa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta il fatto che da tempo era emerso il caso dei senzatetto che avevano trovato un riparo in alcune zone poco frequentate dell'ospedale alla periferia nord della città. Tanto che anche il Prefetto si era espresso, invitando sia la questura sia la struttura sanitaria a vigilare su questa situazione di degrado. Proprio il questore aveva risposto che non sarebbe stato facile anche a causa di una carenza d'organico. Ma alla fine, pochi giorni fa, è stata staccata la multa a carico del sudanese, "colpevole" di aver utilizzato i sotterranei dell'ospedale come dormitorio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento