Montignano: arriva una cicogna e nasce… un progetto

Uno splendido esemplare sabato scorso ha fatto la sua comparsa nella frazione del senigalliese, ed è stata accudita dai volontari del Centro "Lady Hawk", organizzatori di un interessante progetto

Nella foto: la cicogna "Pasqualina"

Le cicogne tornano a fermarsi a Senigallia. La primavera è periodo di migrazioni e tra i tanti uccelli che dall'Africa giungono in Europa per la riproduzione ci sono anche le cicogne. Uno splendido esemplare sabato scorso ha fatto la sua comparsa a Montignano, frazione del senigalliese, dove sembra aver gradito le premure che l'associazione “Cavalieri dell'Alto Volo”, affiliata a I Gre delle Marche (Gruppi di Ricerca Ecologica), ha predisposto al Centro Falconeria Equitazione Etologica “Lady Hawk”, in località Campetto, sede dei volontari dove già trovano “alloggio” circa 15 esemplari di rapaci tra falchi, poiane e gufi.

Pasqualina, come è stata ribattezzata vista la concomitanza con la festività, ha trovato ad attenderla delle sagome di legno che riproducono suoi simili, il cibo lasciato dai volontari e un palo per nidi. Attorno a lei uno spazio di 35 chilometri quadrati di colline e tanto verde. Sabato ha girato per un paio d'ore guardando le sagome dall'alto per poi fermarsi sul campo. Ha mangiato e poi ha ripreso il volo. Martedì è tornata a farsi viva verso sera. La speranza dell'associazione è che si possa sentire a suo agio da scegliere la zona per nidificare.

Sarebbe un gradito ritorno per Senigallia. Fino a una decina di anni fa questi splendidi uccelli si fermavano anche da queste parti nelle loro migrazioni primaverili e autunnali. L'antropizzazione, le coltivazioni intensive ma anche i cambiamenti climatici hanno spezzato questo equilibrio che ora si tenta, non
senza fatica, di riconquistare.
L'obiettivo di Simona Proietti di Valerio e Andrea Luzi, responsabili del Centro, è quello di ricreare un habitat adatto con zone umide (in cantiere un laghetto) e l'acquisto di una coppia di esemplari addomesticati che fungano da "richiamo". L'arrivo di Pasqualina, immortalato nelle foto di Giulietto Giulivi, uno dei fondatori dell'associazione, è un primo segnale che il lavoro sta procedendo bene.
In più c'è anche l'idea di coinvolgere istituzioni, scuole e privati per far conoscere ai bambini questi magnifici animali. Sia allestendo un percorso didattico con fotografie e punti di avvistamento presso la sede del Centro e sia con lezioni a tema in aula. Come quella che oggi, giovedì 12, Andrea Luzi ha tenuto alla scuola materna Giardino del Sole, in via Cupetta. Un progetto denominato "A Senigallia le cicogne le portano i bambini".

“Un tempo questi uccelli facevano il nido sui tetti delle case che per la nascita di un bambino erano tenuto più calde delle altre – spiega Massimo Guido Conte, responsabile regionale de I Gre delle Marche – E' da qui che nasce la leggenda sui neonati portati dalle cicogne. Oggi che questi volatili sono in difficoltà, vogliamo sensibilizzare le nuove generazioni. I bambini di oggi saranno gli uomini di domani e a loro andrà il compito di tutelare anche questi animali”.
 

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Luca padre di due bimbi, stroncato dalla cima-killer: si indaga per omicidio colposo

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • La cima si stacca dalla nave durante l'attracco, la frustata mortale uccide un portuale

  • Elisa trovata morta vicino al suo cane, l'autopsia rivela: «E' stato un malore»

  • La partita finisce in guerriglia, maxi rissa sugli spalti: pugni e bottigliate tra anconetani e sambenedettesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento