Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

Tutto questo ha portato alla decisione del questore di Ancona Claudio Cracovia, che ha chiuso un noto stabilimento balneare

Le forze dell'ordine mentre chiudono il locale

La sera del 7 luglio una donna aveva spruzzato dello spray al peperoncino contro due persone, mandandole in ospedale. 4 giorni dopo all’uscita dal locale un ragazzo era stato rapinato di pochi spicci. Due giorni dopo, nella stessa notte, prima 4 ragazzi sono stati aggrediti da un branco di 15 e poi una rissa tra stranieri per la quale dovettero intervenire i carabinieri. 

Tutto questo ha portato alla decisione del questore di Ancona Claudio Cracovia, che ha chiuso un noto stabilimento balneare di Palombina nuova per motivi di Ordine e Sicurezza Pubblica. Licenza sospesa per un periodo di 20 giorni. Il provvedimento è stato proposto ed eseguito dai carabinieri della stazione di Collemarino, dopo aver presentato un rapporto nel quale si ripercorrono i fatti delle ultime settimane di attività serale dello stabilimento. Nessuna accusa per i proprietari e i gestori dello stabilimento, però troppi episodi di violenza. Dunque la decisione. Lo stabilimento non potrà riaprire prima del prossimo 7 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Si prostituiscono in casa, gli agenti si fingono clienti e le scoprono: donne nei guai

Torna su
AnconaToday è in caricamento