Cena del caffè alzheimer

Lunedì 24 luglio si è tenuta la tradizionale cena d'estate del Caffè Alzheimer, con grande partecipazione e tanto divertimento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Bella la serata di ieri, normalissimo lunedì d’estate. Come da tradizione il Caffè Alzheimer - insieme alla associazione dei familiari "azheimer senza paura", ha organizzato la Cena d’estate. E come sempre è stata una bella occasione per stare insieme, in piacevole allegria. All’Osteria da Adamo c’è cortesia e l’accoglienza è festosa: l’aria in campagna era fresca e se si è sudato è stato solo perché poi si è ballato grazie alla musica di Giorgio Ferretti, con la sua fisarmonica e a Gustavo Gambioli (in arte Costantino), con la sua voce e la sua tastiera. Oltre cinquanta le persone intervenute: non solo i partecipanti ai pomeriggi di Incontri al Caffè, e gli ospiti del Centro Diurno Il Granaio, ma anche quanti sono stati coinvolti nei progetti Resto in Famiglia e Non più Soli proposti per i malati di Alzheimer e i loro familiari dalla Progetto Solidarietà: una partecipazione trasversale che premia la scelta della cooperativa di operare a livello territoriale offrendo proposte diverse e allo stesso tempo mirate.

Durante la serata si è colta anche l’occasione per festeggiare i compleanni che cadono nel periodo estivo: piantine e fiori per le signore e libricini per tutti i bambini presenti. Ieri erano 6 i nipotini, ormai amici. Cibo, musica e festa davvero non hanno età: un normalissimo lunedì d’estate si è trasformato in un attimo, in un lunedì davvero speciale. Un altro ricordo da portare nel cuore. Un altro incontro per non sentirsi davvero più soli in una città, Senigallia, dove l’Alzheimer c’è ma è una “cosa normale”.

Silvia Fabri – Progetto Solidarietà s.c.s.

Torna su
AnconaToday è in caricamento