Lei violentata e l'amico accoltellato: la cena a tre finisce nel terrore

Le chiamate al centralino del 118 e alla sala operativa della Questura hanno mobilitato le ambulanze della Croce Rossa e 4 Volanti della Polizia che hanno effettuato un arresto

La Polizia in via Volterra

Finisce nel terrore una serata tra amici con un donna vittima di violenza sessuale, l’amico ferito a coltellate e un arresto. Quando poco dopo la mezzanotte sono arrivate le chiamate al centralino del 118 e alla sala operativa della Questura, si sono mobilitate 4 Volanti della Polizia e le ambulanze. Sono stati proprio gli operatori della Croce Rossa di Ancona a trovare i due in fuga lungo il viale della Vittoria, sotto choc, per quanto fosse appena accaduto in un appartamento in via Volterra, a poche decine di metri da lì. 

Quella di di ieri sera infatti doveva essere un’allegra cena a tre nell’appartamento dove vivono due amiche: una di origini moldave e una di origini polacche. Negli ultimi tempi in quella casa sarebbe arrivato a vivere anche il fidanzato della polacca: un romeno di 29 anni. Fatto sta che, mentre la sua fidanzata era tornata temporaneamente in patria, il romeno avrebbe organizzato una cena insieme alla coinquilina moldava e un loro terzo amico: un polacco di 35 anni. I poliziotti e gli operatori sanitari hanno trascorso tutta la notte per capire che cosa fosse successo. Stando a quanto riferito, i 3 hanno mangiato sì, ma hanno anche bevuto parecchio. Una condizione di euforia esasperata nella quale il romeno ha intrattenuto una videochiamata con la fidanzata, durante la quale è successo qualcosa che ha fatto perdere la testa al romeno. Prima le urla, poi la rabbia, il 29enne ha cominciato a denudarsi prendendosela con la ragazza moldava, prima forzata a ingurgitare birra, poi costretta a baciarlo e a subire palpeggiamenti nelle parti intime. 

Una scena a cui ha assistito il 35enne polacco che se in un primo momento aveva temporeggiato, tentando di richiamare alla calma il romeno, è poi poi passato ai fatti, intervenendo in prima persona per impedire che la situazione degenerasse. Ne è nata una colluttazione in cui il romeno si è anche armato di un coltello da cucina con il quale ha colpito il polacco che, solo per fortuna, non è stato ferito in maniera letale. Alla fine, dopo un violento scontro tra i due uomini a suon di pugni e colpi di lame, il polacco è riuscito a disarmare il romeno, a prendere con sé la donna e portare entrambi fuori dell’appartamento, scendendo in strada, dove poi hanno chiamato il 113. 

Alla fine il polacco è stato soccorso dagli operatori della Croce Rossa, che lo hanno portato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Torrette. Ha riportato alcune tumefazioni al volto e 3 ferite da lama alla fronte, al ginocchio e alla schiena: ne avrà per 10 giorni. Completamente sotto choc la vittima della violenza sessuale, che ha rifiutato il ricovero in ospedale, ma che, non con poca fatica,  ha aiutato i poliziotti a ricostruire quelle ore di puro terrore. Una denuncia che ha portato gli agenti della Volanti ad arrestare il romeno, che ora si trova ristretto nel carcere di Montacuto con la pesante accusa di violenza sessuale ai danni della donna moldava. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto corruzione in Comune, arrestati 4 imprenditori e indagati 4 assessori

  • Terremoto al Comune di Ancona, corruzione e clientelismo: serie di arresti e indagati

  • E' un colosso del bricolage e fai-da-te, ad Ancona arriva Leroy Merlin: 100 assunzioni

  • Choc nel Comune di Ancona, arresti ed indagati: sono oltre 30 le persone coinvolte

  • Terremoto in Comune, la Mancinelli: «Sono preoccupata ma ora calma e gesso»

  • Tragedia in strada, travolto da un'auto mentre attraversa: ciclista morto sul colpo

Torna su
AnconaToday è in caricamento