Smartphone rubato durante una rapina, giovane denunciato per ricettazione

La Squadra Mobile ha rintracciato il cellulare sottratto a una donna in primavera: era finito a Pescara

foto d'archivio

I poliziotti della Squadra Mobile di Ancona sono riusciti ad individuare e denunciare un giovane nigeriano, dimorante a Pescara, responsabile di ricettazione aggravata di uno smartphone che era stato sottratto alla proprietaria durante una rapina commessa nel capoluogo dorico nella scorsa primavera.

L’episodio si verificò di notte ai danni di una donna: due dei tre autori della rapina vennero subito arrestati dalla polizia e assicurati alla giustizia. La successiva attività investigativa coordinata dalla Procura e condotta dagli agenti della Squadra Mobile, guidati dal vice questore Carlo Pinto, partiva dall’analisi dei dati telematici e permetteva di ricostruire la rete dei soggetti legati all’utilizzatore del cellulare rapinato. Il successivo step investigativo, consistente nel riconoscimento fotografico dell’utilizzatore dell’apparecchio telefonico da parte di una delle persone informate sui fatti e ascoltata in merito, toglieva ogni dubbio sulla responsabilità dell’individuato ricettatore che, immaginando di essere distante da Ancona, usava con estrema tranquillità il cellulare. Grazie alla sinergia tra le varie articolazioni della Polizia di Stato si è potuto chiudere il cerchio intorno a tutti i protagonisti della rapina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento