Odore nauseabondo vicino alla fogna, i risultati dei primi rilievi: partite le denunce

I carabinieri hanno raccolto le denunce dei residenti, la magistratura stabilirà se esistono eventuali profili penali

Carabinieri e vigili del fuoco sul posto

Concentrazioni di anidride solforosa che nulla hanno a che vedere avevano con la lavorazione di solventi o benzene. E’ quello che i tecnici dell’Arpam e i vigili del fuoco hanno rilevato in via Saline dopo le segnalazioni di cattivo odore arrivate venerdì scorso. Segnalazioni giunte anche ai carabinieri della tenenza di Falconara, che sono intervenuti sul posto con due pattuglie e che inoltreranno alla procura anche i risultati di quegli stessi rilievi. Si procede contro ignoti per getto pericoloso di cose attraverso emissioni moleste di gas/vapori. I magistrati dovranno ora ricostruire e accertare eventuali responsabilità penali. 

Venerdì gli abitanti di via Saline erano tutti in strada, una quindicina di persone in tutto. Nessun intossicato, ma tutti sfiancati dall’ennesimo cattivo odore avvertito in zona. Lungo la rete fognaria i vigili del fuoco hanno raccolto delle concentrazioni di anidride solforosa e, pur escludendo la presenza di vapori di origine chimica, hanno deciso di vederci chiaro. Sul posto è quindi intervenuto anche il personale dell’Arpam che ha proceduto ai prelievi fognari. L’anidride solforosa, pur non avendo in questo caso origine da processi di lavorazione con solventi o benzine, può risultare comunque tossica per l’uomo se respirata in luoghi chiusi ed in alte concentrazioni. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento