Il Carnevale degli stravizi, carabinieri all’entrata della festa d’istituto

Trovate numerose bottiglie di alcolici nel parcheggio della discoteca. Se ne sono disfatti gli studenti alla vista delle forze dell’ordine

I controlli davanti alla discoteca

Il “bibitone”. Ovvero, una bottiglia con vodka o altri superalcolici mixata con succhi di frutta da tracannare prima di entrare in disco o da portare, nascosta sotto i giacconi, all’interno dei locali. Stavolta le bottiglie sono state abbandonate all’esterno, nel parcheggio. È successo così per il Martedì Grasso del Megà, la discoteca di Senigallia, lungo l’Arceviese, dove si teneva la tradizionale festa di Carnevale degli istituti superiori cittadini. L’attività dei carabinieri è iniziata attorno alle 12 alle porte della discoteca. Circa 400 giovani sono arrivati alle porte d’ingresso ma, accortisi dei rigidi controlli in atto agli ingressi, molti ragazzi, prima di avvicinarsi ai varchi, si sono disfatti di bottiglie di alcolici e superalcolici che avevano intenzione di portare all’interno della discoteca.

Chi le ha buttate tra le aiuole, chi le ha vuotate nel parcheggio. Le bottiglie integre, non solo "bibitoni" ma anche birra o intere di vino ancora da stappare, sono state recuperate dai militari per la successiva distruzione. Tutto si è svolto regolarmente e non sono stati registrati casi di abuso etilico che hanno richiesto il ricovero in ospedale. I controlli alle discoteche, fanno sapere i carabinieri, proseguiranno anche nei prossimi fine settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Pizzeria a fuoco in piena notte, giallo sulle cause: chiusura forzata e danni ingenti

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

  • Nuovo caso di Dengue in città, scatta l'allerta: «Finestre chiuse e animali in casa»

  • Apre la nuova scuola di danza, Andreas e Veronica insegnanti d’eccezione

  • La mamma ritrova il suo portafoglio, dentro c'erano i documenti del figlio ricoverato al Salesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento