Falconara, il sindaco Brandoni alza i cancelli anti-degrado

Residenti ed esercenti del vicolo del Cantinone non ne potevano più e il primo cittadino ha innalzato le sbarre per prevenire degrado e fenomeni criminali. Solo i residenti avranno la chiave

A fine estate il Sindaco Goffredo Brandoni, sollecitato dai residenti di vicolo del Cantinone, dai cittadini che frequentano abitualmente il centro e dai rapporti della Polizia Municipale redatti a seguito dei continui sopralluoghi, ha deciso di adottare misure idonee alla risoluzione del problema.

Il primo cittadino ha la legge dalla sua, il Decreto del Ministero dell’Interno 5 agosto 2008, ed è quindi intervenuto per prevenire e contrastare – si legge in un comunicato del Comune – “una situazione urbana di degrado che favorisce l’insorgere di fenomeni criminosi quali lo spaccio di stupefacenti e i fenomeni di violenza legati anche all’abuso dell’alcool, e in cui si verificano comportamenti quali il danneggiamento al patrimonio pubblico e privato, che ne impediscono la fruibilità e determinano lo scadimento della qualità urbana. Nel suddetto vicolo infatti, in particolare nelle ore notturne, si riscontrano bivacchi, schiamazzi e l’utilizzo della stesso come vespasiano a cielo aperto.”

Da questa mattina, dunque, due cancelli, uno in via XX Settembre e l’altro sulla Flaminia, la cui chiave sarà consegnata ai residenti e ai titolari dell’attività commerciale (che vende e ripara biciclette) che si affacciano sul vicolo, sbarreranno l’accesso di via del Cantinone.
Uno strumento che, negli intenti,  dovrebbe consentire alle forze dell’ordine di garantire maggiore sicurezza e rispetto della cosa pubblica.

“Mi ha fatto molto piacere ricevere apprezzamenti da parte di alcuni cittadini che mi hanno scritto complimentandosi per la decisione presa – commenta il Sindaco Brandoni - Stiamo facendo di tutto per fronteggiare tali fenomeni e i comportamenti sbagliati da parte di persone che non hanno nulla da perdere. Dopo l’illuminazione dei cavalcavia e l’installazione dei cancelli in vicolo del Cantinone, stiamo progettando la chiusura del sottopasso in corrispondenza della stazione ferroviaria nella stagione invernale. Ribadisco e ripeterò sempre quanto detto ai miei concittadini quest’estate in piazza Mazzini: la nostra città è aperta a tutti, con un distinguo, a tutti quelli che vogliono convivere con noi in modo civile e decoroso, chi non vuole convivere con noi in modo civile e decoroso sarà pregato di andarsene altrove”.

Il ritardo nel posizionamento delle inferriate è dovuto essenzialmente alle difficoltà del Comune di Falconara  nel reperimento di risorse: l’amministrazione punta infatti a coinvolgere nella spesa altri soggetti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento