Botte alla moglie e tesoretto di munizioni, cacciatore denunciato

La denuncia è scattata al momento del blitz degli agenti in casa

foto di repertorio

Si è recata al pronto soccorso sostenendo di aver bisogno di un normale controllo, quando i medici hanno riscontrato le ecchimosi sul petto e accertato che erano riconducibili a percosse, è stata attivata la questura. L’accesso a Torrette della donna risale a giovedì mattina e dopo la segnalazione si è attivato il immediatamente il personale della squadra mobile. 

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, quelle ecchimosi erano conseguenza dei maltrattamenti che la malcapitata subiva da parte del marito. Non solo. L’uomo risultava titolare, con regolare licenza, di tre fucili per uso caccia ma per scongiurare eventuali situazioni peggiori neo confronti della moglie la questura ha deciso di ritirarglieli cautelativamente. Al momento dell’ingresso in casa però gli agenti hanno rilevato che le munizioni che l’uomo custodiva 1.600 munizioni, cento in più rispetto al limite consentito dalla legge. E’ proprio per questo motivo che è scattata la denuncia per detenzione illegale di munizioni. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

Torna su
AnconaToday è in caricamento