Porto: sequestrate 3600 paia di scarpe "tarocche"

Le Fiamme Gialle hanno fermato un autotrasportatore diretto in Francia. Le calzature contraffatte erano registrate con un prezzo di 5,90 euro al paio

Il porto di Ancona

La Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione col personale delle Dogane, ha sequestrato nel porto 3600 paia di scarpe contraffatte destinate ad un grossista della capitale francese.

Nel corso degli interventi ispettivi svolti nel corso della settimana passata è stato ispezionato un autoarticolato guidato da un autista polacco proveniente dalla Grecia, appena sbarcato dal traghetto di linea.

Effettuato un primo controllo, i Finanzieri hanno rinvenuto vari colli stipati alla rinfusa all'interno del camion, costituiti da cosmetici, colla, articoli di profumeria. Oltre a questo, venivano però anche notati imballi che contenevano scarpe sportive marchiate con la scritta " Shupai ". Ma è stato proseguendo ancora l'ispezione del carico che le Fiamme Gialle hanno ritrovato, al di sotto dei primi bancali ed accuratamente fasciati  da più strati di cellophane nero altri colli, pieni di scarpe con il marchio " Nike" contraffatto.

L'esame della documentazione commerciale che scortava la merce ne indicava la provenienza da Atene, e la consultazione dei terminali dimostrava che sia il mittente che il destinatario erano imprese effettivamente attive e non nomi di fantasia.

Il controllo della merce ha rivelato che delle 5380 scarpe 3600 erano rappresentate da scarpe "tarocche", mentre le altre 1780 erano state caricate come merce di copertura. La qualità del prodotto, il dozzinale confezionamento, le modalità di occultamento, ma soprattutto il prezzo dichiarato in fattura di 5,60 euro a paia sono stati gli elementi di base a dimostrazione della contraffazione della merce ora sottoposta a sequestro.
 

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Elisa trovata morta vicino al suo cane, l'autopsia rivela: «E' stato un malore»

  • Auto in fiamme in A14, il conducente muore carbonizzato

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento