In spiaggia a scrocco con le banconote false: scoperto il furbetto di Portonovo

Il 48enne rintracciato e denunciato dai carabinieri grazie alla segnalazione dei parcheggiatori

Foto d'archivio

Sole, mare, relax. Voleva trascorrere una delle ultime giornate d’estate piena con la famiglia a Portonovo. Ma a scrocco. Come? Grazie a un gruzzolo di banconote false, ottenute chissà come. Sarebbe filato tutto liscio se i parcheggiatori della baia non si fossero accorti della truffa e non avessero raccontato tutto ai carabinieri della Compagnia di Ancona che, guidati dal capitano Fabio Ibba e intervenuti con i militari della stazione del Poggio, hanno denunciato un 48enne campano per il reato di spendita di banconote false. 

E’ accaduto nella giornata di giovedì. L’uomo è arrivato a Portonovo con la famiglia, ha sistemato l’auto nel posteggio dello stabilimento La Capannina e ha pagato con una banconota da 20 euro. Lì per lì i parcheggiatori non si sono accorti di nulla ma si sono insospettiti quando il 48enne è tornato indietro, qualche tempo dopo, chiedendo di scambiare una seconda banconota da 20 euro con altre di taglio più piccolo. Peccato che fosse palesemente contraffatta. A quel punto l’uomo si è scusato e se n’è andato. I parcheggiatori, però, hanno raccontato tutto ai carabinieri che, intervenuti nella baia per normali controlli, hanno avviato le ricerche nella battigia. Il turista è stato raggiunto e perquisito mentre prendeva il sole in spiaggia. Nel portafoglio custodiva tre banconote contraffatte da 20 euro, oltre alla quarta consegnata dai parcheggiatori: i carabinieri le hanno sequestrate e hanno denunciato il furbetto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale è lontano, ma non troppo: i consigli per decorare l'appartamento con stile

  • Trova la madre morta in bagno, arriva la polizia: tragedia in un appartamento

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Chiede l'elemosina al market, mostra i documenti ma è troppo tardi: denunciato

  • Corruzione, Caglioti sospeso per aver rispettato segreto su indagini: «E' dittatura»

Torna su
AnconaToday è in caricamento