Piano: devastò il pronto soccorso, sorpreso con l’eroina

Il ballerino che solo qualche giorno fa era andato su tutte le furie per essere stato condotto a Torrette per verificare l'eventuale presenza di ovuli nell'addome, è stato trovato con 17,4 grammi di eroina

A quanto pare i sospetti erano fondati: M. A., il ballerino libanese di 34 anni che solo qualche giorno fa era andato su tutte le furie per essere stato condotto dalla polizia al pronto soccorso di Torrette per verificare l’eventuale presenza di ovuli nell’addome, ora è stato trovato con le mani nel sacco.

Riporta infatti il Messaggero che un blitz della Squadra Mobile effettuato nel suo appartamento del Piano alle 11 e 40 di ieri ha permesso agli agenti di rinvenire 23 involucri di cocaina purissima, per un totale di 17,4 grammi, nascosti tra l’appartamento e la sua persona.
Gli agenti stavano infatti monitorando i movimenti del giovane artista – giunto nel capoluogo dorico dopo aver tentato la fortuna a Milano – da qualche tempo: quando i poliziotti sono entrati l’uomo ha cercato di disfarsi dello stupefacente, ma senza successo.

IL PRECEDENTE. Solo la scorsa settimana il ballerino era stato fermato in zona stazione e condotto a Torrette per effettuare alcune lastre, allo scopo di rilevare la presenza di eventuali ovuli di stupefacente nell’addome. L’uomo aveva negato con forza di avere qualcosa a che fare con l’attività di spaccio e aveva reagito in maniera violenta ai sospetti: prima ha preso a testate il vetro, poi devastato a calci e pugni il monitor dell’elettrocardiogramma e infine colpito i carabinieri col tubo dell’erogatore di ossigeno.

Il giudice ha applicato il regime di custodia cautelare e al momento il cittadino libico si trova in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento