Il nuovo autovelox alla Caffetteria è attivo: nella zona due i misuratori di velocità

L’amministrazione comunale ha deciso di attivare i due misuratori di velocità perché, in entrambi i tratti interessati, sono accaduti anche di recente gravi incidenti, che negli scorsi anni sono stati anche mortali, in genere dovuti all’alta velocità

Autovelox alla Caffetteria

E’ operativo il nuovo autovelox installato lungo la Variante alla Statale 16, lungo la corsia sud, dal lato opposto della Caffetteria. Il dispositivo per il controllo elettronico della velocità, installato il mese scorso, è stato attivato dopo la realizzazione dell’allaccio elettrico e la taratura, mentre è in fase di attivazione anche l’autovelox presente in zona Rocca Mare, lungo la corsia nord della Statale Adriatica. L’amministrazione comunale ha deciso di attivare i due misuratori di velocità perché, in entrambi i tratti interessati, sono accaduti anche di recente gravi incidenti, che negli scorsi anni sono stati anche mortali, in genere dovuti all’alta velocità. Spesso infatti gli automobilisti tendono a superare i limiti previsti, che sono di 70 chilometri orari.

«Rendere nota la presenza dei due velox, che comunque sono regolarmente segnalati dalla cartellonistica, potrà avere un effetto deterrente e spingere chi transita lungo la strada a rispettare i limiti – dice il sindaco Stefania Signorini, che ha la delega alla Polizia locale –. Troppi incidenti sono accaduti sul nostro territorio, specie nella zona della Caffetteria, in un tratto di strada di grande scorrimento. Oltre alle gravi conseguenze sulle persone, gli scontri spesso provocano la paralisi della viabilità, creando forti disagi per tutti gli automobilisti». Sono i numeri a dimostrare che i tratti scelti per i nuovi misuratori della velocità sono ad alto rischio, in particolare nella zona della Caffetteria, dove solo il 14 giugno scorso, in un incidente che ha coinvolto più veicoli, sono rimaste ferite quattro persone. Nell’autunno 2018, a fine ottobre era finita all’ospedale un’intera famiglia in seguito a uno scontro tra tre auto, una settimana prima un doppio tamponamento aveva visto il ferimento di un giovane.

Lungo l’elenco degli incidenti anche mortali avvenuti lungo quel tratto di Variante negli ultimi anni, dove nell’autunno 2012 perse la vita la madre di due ragazzi. In quello stesso anno gli incidenti rilevati nel 2012 dalla sola Polstrada nel tratto di Variante tra Falconara e Torrette sono stati 18, scesi a 14 nel 2013 per risalire a 20 nel 2014. Nel 2015 le pattuglie della Stradale sono intervenute 13 volte per incidenti, per salire poi a 21 nel 2016 e a 19 nel 2017. A rischio anche la Statale Adriatica nella zona di Rocca Priora, dove sono stati numerosi gli incidenti dovuti all’alta velocità. Uno dei più gravi era avvenuto nel novembre 2017, quando in un frontale persero la vita tre giovani, due anconetani di 35 anni e un 21enne residente a Montemarciano. L’alta velocità è stata anche la causa di investimenti mortali nello stesso tratto, tra Rocca Priora e la ex Montedison, mentre altri scontri sono avvenuti nelle scorse settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovanni, travolto dall'esplosione al distributore: morto a soli 29 anni

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Esplosione al distributore di benzina, muore operaio anconetano: aveva 29 anni

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Settimo cambio d'insegna per Auchan, anche a Senigallia arriva il Conad Superstore

Torna su
AnconaToday è in caricamento