Operazione antidroga: individuato canale della coca tra Roma e Ancona

Da qualche giorno gli uomini della Mobile stavano seguendo due sospetti fino a quando, ieri, i due si sono incontrati in fondo ad un parcheggio antistante un supermercato in via della Montagnola

Nella serata di ieri i poliziotti in servizio alla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Ancona, guidati dal capo Giorgio Di Munno, hanno portato a termine un’operazione che ha permesso di individuare un canale di rifornimento di cocaina da Roma fino alle Marche, e si è conclusa con l’arresto di due persone.

Da qualche giorno gli uomini della Mobile stavano seguendo i due sospetti – L.B., anconetano di 35 anni; e R.T., 36enne romano – fino a quando, ieri, i due si sono incontrati in fondo ad un parcheggio antistante un supermercato in via della Montagnola, lontano  - così credevano - da occhi indiscreti.
Gli agenti sono entrati in azione e la successiva perquisizione eseguita sulle due auto ha permesso di appurare che R.T. aveva ceduto una quarantina di grammi di cocaina al giovane anconetano, mentre aveva conservato altro stupefacente destinato, verosimilmente, ad altri spacciatori residenti in Ancona.
Complessivamente la Squadra Mobile ha sequestrato circa un etto e mezzo di cocaina purissima, di grande valore commerciale.

I due arrestati sono stati condotti al carcere di Montacuto: le indagini proseguono per approfondire ogni aspetto della “strada” della cocaina da Roma fino al capoluogo anconetano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Oscar della pizza 2019, la miglior pizzeria delle Marche è Mezzometro

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento