Anziane abbandonate nella sporcizia e senza riscaldamento, scatta la denuncia

La 47enne era uscita per delle commissioni lasciando le anziane di 73 e 95 anni segregate in una stanza. Nell'appartamento c’era sporcizia e urina sul pavimento e ora indaga la Squadra Mobile

I soccorsi in via Podgora

Era uscita per delle commissioni, lascando la madre 73enne e la suocera 95enne chiuse da sole nella stanza di una casa fatiscente. Sono state le stesse anziane a chiedere aiuto dalla finestra dell’abitazione di via Podgora e quando i soccorritori sono arrivati nell’appartamento hanno fatto luce su una situazione di disagio: niente riscaldamenti, sporcizia in giro e perfino urina sul pavimento. La donna, una 47enne, rischia ora una denuncia. A raccogliere le grida d’aiuto delle anziane, intorno alle 12,30 di oggi, sono stati alcuni passanti e una maestra delle vicine scuole elementari. Nel giro di pochi minuti in via Podgora sono arrivate due pattuglie della squadra Volanti insieme all’automedica del 118, l’ambulanza della Croce Gialla di Ancona e la polizia scientifica. Agenti, medici e volontari hanno trovato le nonnine chiuse in una stanza dell’appartamento al terzo piano, spaventate e in preda al freddo. Infatti una volta arrivate al Pronto Soccorso, i medici hanno riscontrato una condizioni di disidratazione, ansia e stato di choc psicologico.

Abbandonate nella casa fatiscente, il blitz di soccorsi e Polizia - VIDEO

Un caso da aprrofondire con indagini minuziose. Ecco perché il caso, nel giro di poche ore, è passato agli agenti della Squadra Mobile, coordinati dal cao Carlo Pinto (in foto) e al suo vice di fresca nomina il vicecapo Michele Morra. Sono stati proprio gli inquirenti diretti da loro a ricostruire i fatti. Nessun sequestro di persona perché la 47enne, in buona fede, ha chiuso le donne a chiave per paura potessero prendere iniziative in casa pericolose sia per gli altri familiari che per loro stesse Tutt'altro discorso per le condizioni dell’abitazione, oltre il limite della decenza, tanto da richiedere la raccolta di testimonianze fotografiche da parte del reparto Scientifico. Tutto materiale per il fascicolo che gli inquirenti invieranno alla Procura di Ancona, facendo scattare una denuncia a carico della 47enne. Saranno poi i magistrati a decidere se aprire un fascicolo di indagine con le ipotesi di reato che, a questo punto, possono essere maltrattamenti in famiglia, violenza privata o entrambe le accuse.

Potrebbe interessarti

  • Bagno dopo pranzo e rischio congestione, facciamo chiarezza con una tabella

  • Caldo, è il giorno di fuoco: i consigli dei farmacisti per superare l'emergenza

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Concorso Polizia Municipale, parte il corso di preparazione con prove simulate

I più letti della settimana

  • Malore in galleria, sbanda e si schianta contro un'altra auto: atterra l'eliambulanza

  • «Aiuto mi hanno violentata», choc al Passetto: soccorsa ragazza in lacrime

  • Malore fatale in auto, choc davanti al supermercato: Pietro non ce l'ha fatta

  • Veranda e pavimentazione abusive, sequestrata parte dello chalet balneare

  • Calci e pugni contro la compagna e la figlia: arrestato dopo il raptus di gelosia

  • Cosa fare ad Ancona: gli eventi da non perdere dall'11 al 14 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento