Violentata più volte e buttata dall’auto in corsa: arrestato 41enne

Sono pesantissime le accuse di cui dovrà rispondere il 41enne anconetano arrestato dai carabinieri di Riccione, che avrebbe scatenato l'orrore la notte del 13 dicembre scorso a Longiano

Sono pesantissime le accuse di cui dovrà rispondere il 41enne anconetano arrestato dai carabinieri di Riccione: la notte del 13 dicembre scorso, nel suo appartamento a Longiano (Provincia di Forlì-Cesena), l’uomo avrebbe abusato sessualmente di una 30enne, l’avrebbe condotta in una strada di campagna per violentarla una seconda volta e infine l’avrebbe scaraventata fuori dall’auto in corsa.

I FATTI. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Riccione la vittima conosceva già il suo aguzzino, che la sera dei fatti l’avrebbe prima invitata per un aperitivo e quindi a casa sua, dove avrebbero consumato insieme della cocaina. A quel punto sarebbe cominciato l’incubo: l’uomo avrebbe chiuso a chiave la porta e dopo averle tolto il cellulare per impedirle di chiedere aiuto avrebbe trascinato la donna in camera, dove l’avrebbe legata al letto e violentata ripetutamente. Dopo aver subito le sevizie la giovane avrebbe supplicato l’uomo di riportarla a casa, ma una volta saliti in macchina lui avrebbe preso invece una strada di campagna solitaria. A quel punto la giovane avrebbe tentato una prima fuga disperata a piedi per i campi, ma il 41enne l’avrebbe inseguita, raggiunta, e violentata ancora una volta.
Solo dopo questa ulteriore violenza la ragazza sarebbe riuscita a impossessarsi di un paio di forbici trovate in auto e a convincere il suo aguzzino a restituirle il telefono. Un sms inviato ad alcuni amici avrebbe finalmente permesso di allertare il 112.
Compreso ormai di non avere più possibilità, l’uomo l’avrebbe allora scaraventata fuori dall’auto, tenendo però il suo giubbotto e le chiavi di casa.

I carabinieri, verso le 23, sono riusciti a rintracciare la 30enne ma, una volta portata in caserma, la ragazza non ha voluto sporgere denuncia. I militari dell'Arma, tuttavia, hanno continuato le indagini che hanno portato all'emissione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere per il 41enne emesso dal tribunale di Forlì.
Secondo quanto si apprende l’uomo è già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi e condannato per gli stessi nel 2008 e nel 2010.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

Torna su
AnconaToday è in caricamento