Esplosione all'interno di AnconAmbiente, sfondate alcune reti

E' esploso un involucro in Pet nel compattatore di AnconAmbiente. La parte superiore del manufatto è volata sino al soffitto ed ha sfondato le reti anti volatili del sito

Il fusto esplode e si trasforma in una vera e propria bomba. E' questo quanto successo nei giorni scorsi all'interno dell'azienda AnconAmbiente. Una volta inserito nel compattatore, infatti, l’involucro è esploso, le schegge sono volate a oltre 8 metri di distanza Per fortuna nessuno è rimasto ferito.

La vicenda

Utili, ma soprattutto ecocompatibili, sono i fusti in PET, oggi in uso in tantissimi bar e ristoranti nei quali si conserva e si spina birra, vino, sidro, soft-drink, ecc. Il vantaggio più grande è che sono prodotti usa e getta e che il PET è totalmente riciclabile. Come affermato dalla stessa AnconAmbiente al momento del conferimento a rifiuto è necessario seguire bene le istruzioni (indicate in maniera molto chiara in etichetta) e depressurizzare il contenitore e, solamente dopo, inserirlo nell’apposito cassonetto così che gli operatori di AnconAmbiente lo possano portare a riciclo. Se questa procedura non è eseguita in maniera corretta la CO2 contenuta nel fusto, lo trasforma in una vera e propria “bomba”. Questo, purtroppo, è quanto accaduto alcuni giorni scorsi proprio ad Ancona quando alcuni operatori di AnconAmbiente hanno raccolto uno di questi oggetti, conferito nel giusto cassonetto, ma non depressurizzato.

Una volta inserito nel compattatore, infatti, l’involucro è esploso, le schegge sono volate a oltre 8 metri di distanza e una parte del fusto è salito sino al soffitto dell’impianto sfondando le reti in ferro anti volatili. Il risultato di una leggerezza da parte dell’utenza di questo genere poteva essere disastroso e solo il caso ha voluto che nessuno degli stanti abbia conseguito danni fisici, potenzialmente letali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento