Botte alla moglie e film hard davanti alla figlia, a processo un 32enne

L'uomo è stato rinviato a giudizio

foto di repertorio

ANCONA - Vessata da anni dal marito-padrone, che quotidianamente la minacciva, picchiava e violentava, anche di fronte alla loro bimba. Può dirsi forse concluso l'incubo di una giovane donna anconetana, che ha avuto il coraggio di denunciare dopo i continui maltrattamenti da parte dell'uomo, un 32enne tunisino residente a Jesi. 

Tutto era iniziato nel 2014 quando la coppia si è trasferita in Italia. Una relazione malata con il marito che fin da subito ha iniziato a frequentare un'altra donna. Scoprire quel tradimento non ha fatto altro che scatenare le violenze dell'uomo, con la giovane moglie colpita ripetutamente con calci e pugni. Appena un anno dopo ecco la donna rimanere incinta della loro futura figlia, con la naturale decisione di dare la bella notizia al marito. Una scoperta che avrebbe potuto riportare la serenità tra la coppia ma che invece non ha fatto altro che aggravare la situazione. Nei due anni successivi, anche dopo la nascita della bimba, l'uomo ha infatti continuato a vessare la moglie, chiudendola a chiave in casa, costringendola a rapporti sessuali contro la sua volontà e picchiandola dopo che la stessa donna lo aveva sorpreso mentre guardava video porno insieme alla loro bimba. 

Dopo l'ennesimo caso, avvenuto in Tunisia qualche mese dopo, l'uomo è stato allontanato da moglie e figlia continuando però a stalkerizzare la donna con continui messaggi, tentando anche di prelevare la bimba con forza mentre si trovava insieme al nonno materno. A seguito della denuncia da parte della giovane vittima, classe '96, la Procura lo ha iscritto nel registro degli indagati per il reato di stalking, richiedendone successivamente l'archiviazione. La donna, tramite il suo legale Laura Versace (foto in basso), si è opposta richiedendo ulteriori indagini con il Gip che ha accolto la richiesta. Il Pubblico Ministero ha richiesto il rinvio a giudizio per il 32enne che ora dovrà rispondere di maltrattamenti e violenza sessuale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • L’autovelox delle polemiche è stato spento

  • Un messaggio al nipote, poi si lancia nel vuoto: suicidio a Marcelli

  • Silvia, Giulia e il fashion per tutti: «Un nuovo negozio per scommettere sul centro storico»

  • Problemi al cuore, Mario Cipollini ricoverato a Torrette: «Sono molto provato»

  • Il tour della paura, le cinque dimore più infestate di Ancona e dintorni

Torna su
AnconaToday è in caricamento