Scoperta a Torrette, sequenziato il genoma del Coronavirus: «Un vaccino lo debellerà»

L'annuncio del professor Adriano Tagliabracci, direttore del dipartimento di Scienze Biomediche: «Abbiamo usato una tecnica innovativa, tra i primi in Europa»

Foto di repertorio

E’ una ricerca che apre scenari importanti perché ha dimostrato un fatto: il Covid-19 non è così mutevole e, quindi, potrà essere debellato con un vaccino a cui si sta lavorando in tutto il mondo.

«Non è un virus invincibile» conferma il professor Adriano Tagliabracci, direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche e Sanità Pubblica dell’Univpm e del laboratorio di Genetica Forense della Medicina Legale di Torrette, il cui team, di cui fanno parte anche i dottori Valerio Onofri, Chiara Turci, Federica Alessandrini e Filomena Melchionda è riuscito a sequenziare interamente un campione virale di due pazienti marchigiani, isolato dal laboratorio di Virologia, diretto dal professor Stefano Menzo, coadiuvato dalla professoressa Patrizia Bagnarelli e dalle dottoresse Sara Caucci e Laura Di Sante. «Dopo l’isolamento del virus, siamo andati a verificarne la struttura genetica - spiega il professor Tagliabracci -, sequenziandola attraverso una tecnica innovativa chiamata Mps (Massively parallel sequencing) e con una metodica all’avanguardia: siamo tra i primi laboratori in Europa ad averla sperimentata e ad averne confermato la validità, grazie alla collaborazione con una multinazionale americana».

Ma in cosa è consistita la ricerca? «In sostanza, una volta isolato il campione virale, abbiamo applicato degli inneschi specifici alla sequenza, in modo da conseguire l’amplificazione della molecola per poterla esaminare meglio e confrontarla con la sequenza di riferimento, il Coronavirus di Wuhan. Dal raffronto - aggiunge il prof. Tagliabracci - abbiamo constatato che su migliaia di nucleotidi (i “mattoncini” che compongono il Dna del virus) sono emerse solo 5 diversità. Il basso tasso di mutazione è un fatto incoraggiante perché il futuro vaccino a cui si sta lavorando potrà avere più efficacia nel tempo». Ora la sequenza isolata ed elaborata dal dipartimento di Scienze Biomediche di Ancona verrà messa a disposizione della comunità scientifica mondiale per le opportune ricerche che dovranno portare proprio alla sperimentazione di un vaccino in grado di debellare il Covid. 

CORONAVIRUS: ALTRI 22 DECESSI NELLE MARCHE 

GIOCANO A BEACH VOLLEY, ARRIVANO I CARABINIERI 

E' NATA EVA: LA MAMMA ERA POSITIVA AL CORONAVIRUS 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • FLASH - Statale 76 chiusa al traffico per controlli anti Coronavirus

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

  • Bollo auto, università e concessioni statali: la Regione Marche sospende le tasse

Torna su
AnconaToday è in caricamento