Palazzi antichi di Ancona, storia e curiosità di "Villa Favorita"

Villa Favorita si trova ad Ancona, nella zona della Baraccola vicino alla frazione di Candia. Raramente, è chiamata anche Villa dalle cento finestre.

La villa si trova sulla sommità di una collina, con attorno un parco di circa 16.000 m². Fu costruita all'inizio del XIX secolo al conte Luigi Ricotti, un commerciante della città che si è arricchito con i suoi traffici ed è entrato nella nobiltà.

La pianta ha una forma quadrata con gli angoli smussati, ed ogni lato si presenta in modo molto simile agli altri. All'interno, al centro del piano nobile, si apre un ampio salone, il cui soffitto è formato da una cupola. Collegata all'edificio vi è anche una piccola scuderia.

CURIOSITA'. La leggenda narra che durante un viaggio in carrozza, il Conte e il suo servo, furono colti da un violento temporale; una pioggia torrenziale che causò parecchi allagamenti in tutta la zona del Piano S. Lazzaro. "Avanti si vada!" era il celebre motto che spesso pronunciava il Conte Ricotti e, anche in questa situazione drammatica, non mancò di ripeterlo, malgrado il servo cercasse di convincerlo in tutti i modi a cercare riparo. "Avanti si vada!" ripeté il nobile e fu così che entrambi morirono annegati quello stesso giorno, in una zona limitrofa all'ex Ospedale Psichiatrico Provinciale.

Dal 1998 è sede dell'istituto superiore di studi economici Adriano Olivetti (ISTAO).

FONTE: wikipedia

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

Torna su
AnconaToday è in caricamento