Piazza Cavour: abbattimento piante, Mariani: "intervento estremamente preoccupante"

"Uno scenario triste, uno scorcio che suscita estrema preoccupazione in chi ha nel cuore questo luogo". Sono queste le dichiarazioni di Paolo Mariani, presidente del Circolo dorico di Legambiente

ANCONA – "Uno scenario triste, uno scorcio che suscita estrema preoccupazione in chi ha nel cuore questo luogo". Sono queste le dichiarazioni di Paolo Mariani, presidente del Circolo dorico di Legambiente. Questo il comunicato integrale.

"Uno scenario triste, uno scorcio che suscita estrema preoccupazione in chi ha nel cuore questo luogo, che è nella vita degli anconetani da diverse generazioni.
Molti in queste ultime ore si sono fermati a guardare, chi con espressione curiosa, chi interrogativa, molti con allarme, gli operai che con le ruspe e le piattaforme aeree hanno iniziato le operazioni sulla vegetazione della piazza, prodromiche ai lavori di riqualificazione che partiranno ad anno nuovo.
Ciò che si prospettava come un qualsiasi intervento di manutenzione al verde della centralissima piazza, si sta rivelando un’operazione ben oltre l’ordinario, con alcuni alberi secolari del vialetto perimetrale atterrati e spezzettati e con le palme sradicate, allineate sopra le aiuole.
Mesi fa, l’Amministrazione comunale pubblicò il progetto di riqualificazione: doveva essere un intervento quasi del tutto conservativo (del resto non poteva che essere tale, dato che la piazza è un bene tutelato). Tantoché questa associazione, insieme ad altre, salutò con favore il progetto, seppure formulando alcune proposte di miglioramento.

Da ieri invece si protraggono, inaspettatamente, lavori che presagiscono a qualcosa di ben meno conservativo e più impattante. Un luogo simbolo della città, scampato peraltro a guerra, cementificazione e avvento della motorizzazione, va trattato con estrema cautela e secondo tutte le prescrizioni dettate dalla legge e non solo.
"Estrema preoccupazione". Questo è il sentimento suscitato dagli interventi che vengono effettuati nelle ultime ore sotto gli occhi della cittadinanza sconcertata” dichiara Paolo Mariani, presidente del Circolo dorico di Legambiente. “Molteplici sono le segnalazioni dei cittadini, allarmati e spesso indignati, pervenute in queste ultimissime ore anche a questa associazione”.
Il Circolo Il Pungitopo esorta l’amministrazione comunale a sospendere immediatamente i lavori attualmente in corso e chiede la convocazione di un incontro pubblico urgente, nel quale siano condivise, con i cittadini e le associazioni, innanzi tutto le motivazioni sottese all’intervento in corso in questi giorni.
Operare in un luogo così celebre ed amato richiede infatti di essere spiegato, illustrato e condiviso il più possibile.

L’amministrazione deve inoltre essere disposta e pronta a cogliere tutte le istanze che provengano dai cittadini e a modificare, se necessario, i propri progetti, anche significativamente.
Questo Circolo rinnova la disponibilità a fornire il proprio contributo per la revisione, in senso conservativo, del progetto, anche sulla scorta di una copiosa documentazione storica raccolta dai propri volontari nei mesi intercorsi tra la presentazione del progetto e l’inizio dei lavori.
La stessa documentazione potrà essere utile al Circolo per mettere in campo tutte le  eventuali azioni che riterrà opportune per tutelare la piazza."

Potrebbe interessarti

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Quando il freddo rovina il gusto: i cibi da tenere fuori dalla portata...del frigo

  • Via la puzza dai bidoni della spazzatura, prova con l'aceto: tutti i rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dello scooter, poi lo scontro con l'auto: è morto

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • Cade dal tetto della sua azienda, Claudio ha lottato ma non ce l'ha fatta

  • Panico in città, crolla un solaio: soccorsi al lavoro per cercare persone sotto le macerie

  • Incrocio maledetto, il furgoncino la centra mentre passeggia: ragazza in ospedale

  • Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

Torna su
AnconaToday è in caricamento