Giovani e occupazione: oltre l'88% del laureati ad Ancona lavora già dopo tre anni

Dati del consorzio Almalaurea sugli sbocchi occupazionali post laurea. La Politecnica come Venezia, Bergamo e Firenze sopra la media nazionale che si ferma all'81,5%. Ingegneri sopra tutti

Giovani e lavoro. Un problema molto sentito in Italia dove, dati istat dicono che il 36,9% dei giovani, non ha occupazione. Per le Marche c'è però un dato positivo che viene dal mondo universitario e riguarda la Politecnica delle Marche. Secondo il consorzio Almalaurea l'88,4% dei laureati nell'ateneo dorico trovano lavoro nei primi a tre anni dalla magistrale. In linea con le università di Venezia, Bergamo e Firenze e sopra la media nazionale che si ferma all'81,5%. «I nostri laureati – si legge in una nota diramata dall'Univpm - hanno un reddito medio pari a 1.300 euro netti al mese. Un dato che ci pone sullo stesso livello dei redditi degli studenti del nord: Torino, Milano, Venezia e Trieste. Altro dato da non sottovalutare quello del luogo di lavoro. Il 65,3% dei laureati della Politecnica delle Marche trova un impiego nell’area in cui si trova l’università come succede a Trento e a Milano vantando risultati migliori rispetto a molte altre università  del nord».

Le professioni più gettonate? Nel 2015. a tre anni dalla laurea, lavorava il 95% degli ingegneri. Bene anche i laureati in medicina (89,3%). Fanalino di coda – e sotto la media nazionale – i laureati in scienze con il 75%. Per orientare al meglio la scelta dopo il diploma la Politecnica ha organizzato tre incontri. Il 15 luglio ad Ancona. Tappe anche a San Benedetto (18 luglio) e Fermo (il 19). «Le giornate – fanno sapere dalla Politecnica - saranno caratterizzate da un’informazione sull'intera offerta formativa dell’Ateneo e sulle modalità di partecipazione al “test di verifica delle conoscenze” previsto per accedere ai corsi di laurea». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento